sabato 14 settembre 2013

RICORDO DI UN GRANDE CAMPIONE: TRIBUTO AD ALBINO DEI ROSSI "STRIGHETA" - DI MARCELLO TAGLIAPIETRA "MARIETO"





ALBINO DEI ROSSI "GIGIO STRIGHETA" - ITALO VIANELLO "CREA"
MARCELLO BON "CIAPATE" - ERMENEGILDO FRAVEGA "SCARDOLA"
 1985: GIOVANNI PAOLO II IN VISITA A VENEZIA




di Marcello "marieto" Tagliapietra
RICORDO DEL CAMPIONE  “STRIGHETA”




Vorrei ricordare, in occasione della Regata di Burano, dando un tributo al merito ad uno dei più grandi Campioni del remo mai esistiti in laguna, scomparso alcuni anni fa.

Albino Dei Rossi detto “Strigheta” di Burano è stato forse il più grande campione del remo di tutti i tempi, la sua capacità d’assetto delle forcole, il saper sfruttare le correnti, i riflessi veloci a prendere decisioni fulminee, la grinta e la furbizia, anche talvolta spregiudicato fino alla scorrettezza che ai suoi tempi era, in una certa misura, accettata in quanto parte integrante dell’agonismo veneziano, ma soprattutto egli possedeva quella tecnica particolare che distingue il grande talento.

 Egli accarezzava l’acqua dando l’impressione di non forzare fisicamente, i suoi movimenti erano spogliati da tutto ciò che poteva essere superfluo, la sua vogata non era mai impacciata, insomma era bello da vedere ed io per anni lo ricordo in Regata Storica in volta de Canal, quando a San Tomà l’arrivo dei gondolini era avvertito dal grido e dagli applausi sempre più scroscianti fino all’apparire del suo gondolino in prima posizione, egli con la sua vogata pura e semplice filava tanto leggero da far credere che a remare fosse una cosa facile per tutti, io al suo apparire rimanevo incantato ed ho ancora nella mente queste immagini vive come se fossero di oggi.

Forse questa sensibilità mi appartiene perché anch’io provengo da una famiglia di grandi regatanti, e il sangue che scorre nelle mie vene sente questo richiamo istintivo. Insomma, Strigheta appartiene al mondo della voga come la bella scultura appartiene all'arte, la sua impostazione era un capolavoro, egli vogava il gondolino come il musicista suona il violino.



ALBINO "STRIGHETA" DEI ROSSI E GIUSEPPE "BUFALO" SCHIAVON



2 commenti:

Un appassionato ha detto...

Concordiamo il tutto sull'amico Gigio Strigheta con il signor Marcello però ci domandiamo come mai nessuno ha mai pensato di mettere un trofeo nella Regata Storica in memoria del mitico Gigio. Nella telecronaca della Regata non si menziona neppure mai il suo nome che ha segnato la voga nell'ultimo secolo, sembra quasi sia un volere dimenticarlo.
Bello comunque il video, anche se fa caldo, la pelle d'oca non manca mai. Bravo Massimo

Anonimo ha detto...

Un trofeo in memoria del mitico Gigio Strigheta un Regata Storica?