giovedì 9 febbraio 2012

PREMIAZIONI REGATA DI BURANO 2011: LUNEDI' 13 FEBBRAIO 2012 - ORE 15:30 - LE CONCLUSIONI DEL DECANO DEL MONDO VOGA VENETA FRANCO "STRIGHETA" DEI ROSSI








di Massimo Veronese



Sarà l'assessore al tursimo ed alla salvaguardia delle tradizioni Roberto Panciera a mettere finalmente la parola fine alla saga "Regata di Burano 2012". Dalle informazioni ottenute dall'ufficio regate apprendiamo che la cerimonia di consegna delle tradizionali bandiere e degli assegni premio, avrà luogo presso la sede dell'assessorato al turismo sito nelle vicinanze di Campo Manin, lunedì p.v. alle 15:30. Per il momento siamo potuti risalire alla classifica decretata a tavolino dalla commissione tecnico-disciplinare delle regate di voga alla veneta del Comune di Venezia che potrete leggere in modo ufficiale
QUI . Le motivazioni ed i parametri con i quali è stato dato l'ordine d'arrivo non ci è noto. Contiamo nelle collaborazione dell'ufficio regate affinche si possa rendere pubblico. Dovrebbero restare ferme le sanzioni disciplinari adottate dall'apposita commissione giudicante di cui al seguente LINK per cui: squalifica per il marrone di Rudy ed Igor Vignotto senza ulteriori dazi; revoca del primo posto all'arancio di Ivo Redolfi Tezzat e Giampaolo D'este, ritirati; primo posto assegnato al rosso dei fratelli Roberto e Renato Busetto unitamente ad una giornata di squalifica da scontarsi alla prima regata utile, per non aver ascoltato le disposizioni dei giudici, che avevano sospeso la regata, proseguendo per l'intero percorso e per aver gettato in sentina, con sfregio, le bandiere di secondo classificato appena ricevute in premio; segnalazione di "condotta incerta" per il gruppo arbitrale. Abbiamo sentito l'opinione a riguardo di quanto sopra del più autorevole rappresentante del mondo delle regate, non fosse altro per la navigazione di lungo corso effettuata fino a questo punto da Franco "strigheta" Dei rossi. Potrete legger eil suo pensiero dopo la classifica ufficiale.


LA CLASSIFICA UFFICIALE



5 - ROSSO: BUSETTO ROBERTO - BUSETTO RENATO





1 - BIANCO: ZANE FABIO - DE POLI ALESSANDRO



3 - VIOLA: DEI ROSSI FRANCO - BALLARIN LUCA




2 - CANARIN: PAGAN GIULIANO - SENO DIEGO




4 - CELESTE: TAGLIAPIETRA STEFANO - ROSSI MAURIZIO




6 - VERDE: ANGELIN ROBERTO - BARZAGHI FABIO





8 - ROSA: SECCO ANDREA - REDOLFI TEZZAT VITO



RITIRATI



7 - ARANCIO: REDOLFI TEZZAT IVO - D'ESTE GIAMPAOLO



RITIRATI



9 - MARRON: VIGNOTTO RUDY - VIGNOTTO IGOR





LE CONCLUSIONI DEL DECANO DEL MONDO VOGA VENETA
FRANCO "STRIGHETA" DEI ROSSI








Sembra una maledizione caduta sul mondo della voga veneta ma anche questa appena conclusa ha calato il sipario nel peggiore dei modi. Come l’anno scorso, Burano è stata una regata pregna di polemiche e chissà che strascici si porterà dietro. Ma veniamo alla mia opinione su quanto accaduto sul contestatissimo giro del palo, opinione che mi sono fatto da quanto ho potuto vedere dalla distanza in cui mi trovavo con la mia gondola viola, da quanto documentato dai video ufficiali, dalle foto circolate e commentate in rete sui vari blog e da quanto la mia quarantennale esperienza in questo mondo mi dà modo di intuire come possano essere andate le cose. Come succede spessissimo a chi si trova in testa, Ivo Redolfi Tezzat e Giampaolo D’Este, al momento del giro del palo hanno rallentato la loro corsa per creare quell’ingorgo dietro che rende possibili incidenti tra le barche che inseguono, per trarne di conseguenza beneficio. La fatalità ha voluto che, probabilmente per il forte vento, la poppa della gondola arancio si sia allargata di quel tanto da indurre i cugini Vignotto ad inserirsi all’interno, nonostante la giuria gli abbia intimato di non farlo (da qui la loro esagerata squalifica). Credo che un piccolissimo contatto tra il remo di Igor Vignotto e quello di Ivo Redolfi Tezzat ci sia stato, contatto veniale, di quelli che ne conti a bizzeffe durante una gara, secondo me non sanzionabile. Contatto che comunque ha messo in ulteriore difficoltà, oltre a quella di dover contrastare la forza centripeta del volta canale, il poppiere muranese. La condizione del mare ed il vento hanno poi provocato tutto quello che ben conosciamo. La giuria a questo punto aveva diverse soluzioni da poter adottare ma ha dimenticato nella borsa dei ferri lo strumento più risolutivo che aveva a disposizione. La sospensione della gara in quel momento ed il congelamento della classifica e dei relativi premi. Questo le avrebbe permesso di poter decidere a freddo sul da farsi evitando la creazione di un precedente compromettente, malumori, incomprensioni, cattiverie tra regatanti, maldicenze e future ripercussioni. Senza parlare del possibile disamore verso questo sport da parte degli appassionati che ci seguono, dei tifosi ai quali viene dato modo di beccarsi continuamente ed in tutte le sedi, del cattivo esempio dato da certi comportamenti; cosa che si riperquote nei giovanissimi che con tanta fatica riusciamo, come remiere, a “rubare” al calcio ed agli altri sport più popolari e, ancor più importante, alla strada. A bocce ferme questa era una regata da invalidare e possibilmente ripetere in altro momento. Il dispositivo sui ricorsi presentati da Rudy ed Igor Vignotto e Roberto e Renato Busetto del 20 ottobre scorso ha comunque lasciato l’amaro in bocca ed a mio parere è stata decisione per nulla costruttiva e tanto meno risolutiva, anzi, sarà motivo per ulteriori polemiche. Personalmente non accetterò mai il terzo premio che gli avvenimenti mi hanno regalato a tavolino. E’ un premio che dovrò ritirare per non incorrere in una squalifica ma che non sarà da me considerato. La differenza in denaro tra quello che meritavo e quello che mi hanno dato andrà sicuramente in beneficienza. “Gigio strigheta” non sarebbe fiero di suo figlio se mettessi la bandiera verde di Burano 2011, tra le tante che riempiono le mie “soase”. Auspico che in qualche modo si mettano dei freni alla faida che da quindici anni coinvolge quattro atleti, quattro famiglie e centinaia di supporters ed amici lasciando nell’ombra più nera gli altri colleghi regatanti. Personaggi che sono oltremodo indignati dal fatto che si spendano fiumi d’inchiostro per descrivere le “baruffe” dei più noti colleghi piuttosto che un loro significativo gesto sportivo.



FRANCO "STRIGHETA" A BORDO DELLA PAPAGONDOLA ASSIEME
AL FRATELLO BRUNO, IGOR VIGNOTTO E GIAMPAOLO D'ESTE
CLICCA SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRLA



10 commenti:

Uzuro da seppe..... ha detto...

Secondo me la classifica finale non è per niente giusta!!!!
Se guardiamo delle semplici cose a livello d'equipaggio, ''O'' la classifica finale dovrebbe essere stata congelata al giro del palo quindi con i rispettivi: 1 d'este, 2 vignotto 3 busetto etc.....oppure si sarebbe dovuto addottare la sospensione della regata con relativo annullamento della classifica. Evitando cosi squalifiche assurde ai busetto per la prox 1 regata della stagione, e e le sanzioni per i cugini vignotto. Fioi....verxi' i oci.....chi xe che sto anno saria venio primo!!!! vio digo mi!!! no voio esser de parte, ma i vignotto gavaria fatto un bel buso dadrio al ritorno....e i saria venii primi....ve spiego el perchè anca, secondo mi e secondo qualche VECIO REGATANTE STORICO!!!! Prendiamo in considerazione l'andata: igor-d'este......con vento d'ostro che c'era quel giorno,e quindi vento alle prue, non c'è stata nessuna differenza di cammnino tra i due equipaggi, quindi ''diciamo'' provieri alla pari...ma dopo il giro del paletto chi sarebbe stato il poppiere più forte che avrebbe fatto la differenza, perchè con il vento alle poppe...?1?1? Ebbene sarebbe stato Rudi, che come ben sappiamo E' il poppiere più forte e più completo tra tutti! qui metto un punto esclamativo e mi fermo! Comunque basta vedere la Regata di Murano....!!!!! Quindi ritornando sulla classifica finale per me non è una classifica giusta....questa è la mia opinione...ma sicuramente ci sarà chi avrà opinioni diverse....come sempre tra l'altro...

IL GRILLO PARLANTE ha detto...

Con questo mio commento non voglio più parlare della Regata di Burano 2011,ne delle decisioni prese dalla commissione di disciplina, perche ho già scritto quello che penso in modo abbastanza chiaro, in tanti commenti sul sito della REMIERA CASTEO.
Ho letto le conclusioni di Franco Strigheta e nella maggior parte le condivido. Secondo il mio modesto parere tutte queste discussioni,tutti questi malumori che si sono creati negli ultimi anni nel mondo della voga alla veneta,(ma che in realtà appartengono solo a due equipaggi)sono stati alimentati dall’incapacità degli organi competenti, Assessorato al Turismo, varie commissioni, nel non saper gestire il problema.
Io penso che esista un regolamento della voga alla veneta(ghe ne femo uno ogni anno)se questo venisse rispettato alla lettera, e non interpretato, non ci sarebbero più problemi,chiunque commetta una infrazione,chiunque esso sia ,campione o non campione,deve pagare le conseguenze. I giudici arbitri devono essere imparziali e far rispettare le regole,non devono essere condizionati da niente e da nessuno, e sta a chi verrà posto dall’amministrazione comunale nel saper scegliere le persone adatte a organizzarci, dirigerci e giudicarci. Questa secondo me è la strada che si deve intraprendere.
(KENIA gò copia l’ultima frase de na ettera famosa chissà che ea porta ben par el mondo dea voga staltra volta ia gà fatto un disastro semo andai in peso)ha..ha..ha..ha..ha..ha..
Ciao BERTOSCHIENA

Elkenia ha detto...

...ciao berto...so contento de propor argomenti che ve e ne daga modo de discuter ogni tanto...se ti vol un fià de bava...gira nà carega come che faseva i veci camarieri de piassa coi gaveva quatrosento careghe vode...hahahaha!!! Ciao, e che riva presto e regate!!! Intanto spetemo i personaggi fantastici...scaeneve!!!

Elkenia ha detto...

ERRATA CORRIGE!!!...ciao berto gò dito...lapsus...gavevo in mente berto schiena...ciao G R I O...

IL GRILLO PARLANTE ha detto...

KENIA no state preocupar par el lapsus, anca mi gò in mente ogni tanto BERTOSCHIENA, co ti io vedi, ti che ti io conossi daghe na tirada de recce da parte mia,el me ga fato ciavar i schei pa farme puir el vestito da nozze a secco, parchè el ne gaveva invita al pranzo Ufficial dei VIGNOTTO, ma no me se riva un ca..ca..ca..ca.caspita de invito e no so più niente. Ti se anda ti aea festa dei VIGNOTTO???? Cossa vustu che te diga co sti tempi che va via ,vuste vede che RUDY co se anda in acqua coa gondoia ghe se anda gransi pori in scarsea anca a iu. Ciao vecio ha..ha..ha..ha
IL GRILLO PARLANTE

Elkenia ha detto...

haaaaaaaaaaaaaaahahaahahahhaha!!!!! bèa questa!!! Nono...no me se rivà nessun invito anca parchè saria ndà voentieri e ti gavaressi visto el servissio sul sito !!! Magari conosesse berto schiena e magari te conosesse anca ti...co ti me vedi fame...cri..cri...Ciao!

el Koala ha detto...

secondo mi uzuro da seppe che ga fatto el primo commento no capisse gran che de voga...ga ditto che all'andata ghe gera vento ae prue...ma quando mai???mi che gero in regata so rivà al giro de paetto accompagnà da visioni mistiche tipo Arcangelo Gabriele sostenuo dai Cherubini, dopo go visto anca el Signor e la Madonna Incoronata.
Questo perchè el vento gera ae puppe. Qualchidun pol confermar?? Va ben che gavevo ea forcola un peetto tirada dentro...perchè savevo che al ritorno el me amigo Fabio gavaria dovesto spaccarse el deretano col so bel vento ae prue. E infatti cussì ze sta, a tal punto che gavaria voesto aver una forcola da vogar in gondola a un remo per darghe na man perchè me fasseva peccà vederlo soffrir in quei stati. Quindi el rajonamento che el dize " i poppieri gavaria fatto la differenza al ritorno.." ze una bueada. Ovvero. I poppieri doveva far la differenza prima in andata, soffrindo come dannai per tentar de tegnir la gondola prima che cascasse a stagando, e ve assicuro che gera una soferenza...e secondo i poppieri doveva far la differenza anca al ritorno perchè i doveva far in modo de vogarla a un remo e jutar chel disgrassià de provin che tra l'altro vogava a vodo col vento sul fianco che per poco se robaltava la gondola...e infatti Rudy che ze bon de vogar, me ga passà come una freccia accompagnà da un sorriso tra el compassionevole e el divertio....Rudy resta sempre el migliore. N.B. Rudy ga ditto che la gondola la portava mejo de mi soprattutto perchè el ga messo una roba a premando che ze più granda dea mia e no go ancora capio cossa che ze. Ma me ga promesso che un giorno me mostrarà.
Koala

BertO SCHIENA ha detto...

Carissimi Kenia e Grillo ,la festa dei Vignotto per motivi tecnici e logistici è stata ulteriormente rinviata i vostri inviti sono ancora validi a data da destinarsi .......Per quanto riguarda la regata di Burano e le affermazioni di Franco Strighetta posso solo constatare che suddette affermazioni non possono essere altro che condivise mi chiedo pero' perche' solo adesso ,perche' ora che è gia' stato tutto deciso ,non so se Franco abbia detto le stesse parole agli organi preposti a giudicare ,dubito ........forse sbaglio ........mettera' in bacheca un altra bandiera non sua .......qualcuna ne ha gia ' .......(vedi Pellestrina 94 .....vero Franco ) troppo facile fare certe affermazioni quando il dado è tratto da un pezzo ..........El se gara' da na bea sfregada ae man come che el fa de soito ............

????????? ha detto...

Chi mi può dare delle delucidazioni in merito ad alcune questioni a me di difficile comprensione? (magari l'informatissimo autore del blog)

Il regolamento (l'ultimo)non prevede che le decisioni ed ordine d'arrivo prese della giuria non vengano modificate???

Ora non capisco chi, come e perchè può stravolgere il regolamento e prendere decisioni straordinarie che a mio avviso creano incomprensioni, dubbi, malumori e scomodi precedenti.

In più non comprendo la "condotta incerta" attribuita alla giuria.. cosa vuol dire? cosa succede ai giudici che sbagliano? quale provvedimento viene preso?

scusandomi per l'essermi dilungato e magari per la banalità delle domande ringrazio l'autore del blog per lo spazio fornitomi.

cordiali saluti.

DON CARLETTO ha detto...

Rispondo al ????????????
Lo sappiamo benissimo tutti,regatanti ,tifosi,amici, simpatizzanti e non….
Se fosse accaduto ad un altro equipaggio quello che è successo a BURANO non ci sarebbero stati tutti questi dubbi o incertezze da parte dei giudici e commissioni. La regata sarebbe continuata regolarmente,le posizioni sarebbero rimaste invariate,nessuno sarebbe stato squalificato, l’equipaggio caduto in acqua sarebbe stato salvato dai volontari della Protezione Civile,all’arrivo il verdetto dei giudici sarebbe stato: REGATA REGOLARE;l’imbarcazione rovesciata RITIRATA .Se ci fossero stati dei ricorsi , la risposta sarebbe stata:la classifica dei giudici non si cambia per regolamento.
N.B.
Sai perché succedono queste cose? Perché il regolamento non è uguale per tutti, ma viene interpretato a seconda di chi viene GIUDICATO,e questa è la causa di tutti i malumori, incomprensioni ,baruffe etc….etc..etc… se si vuole risanare il mondo della voga bisogna iniziare da qui,mettendo tutti i vogatori sullo stesso piano,e chi sbaglia PAGA chiunque esso sia.
Sarei grato di sapere cosa ne pensate rispetto alle mie affermazioni inviando un commento al sito de CASTEO.
DON CARLETTO