lunedì 19 settembre 2011

LA REGATA DI BURANO 2011, IL RACCONTO DEI PROTAGONISTI: STEFANO "CIACETI" TAGLIAPIETRA

Per quanto mi riguarda questa è stata una delle regate più brutte che abbia mai visto ed alla quale abbia partecipato. A mio parere, dopo quanto successo al giro del palo, la gara doveva essere sospesa. Penso questo perchè, a prescindere dalle colpe dell'uno o dell'altro equipaggio coinvolto nell'incidente culminato con il rovesciamento della gondola arancio, nessuno poteva sapere con certezza quanto era successo a chi era caduto in acqua. La sicurezza personale viene prima di qualsiasi litigio e di qualsiasi tinta di bandiera. La regata era da sospendere o comunque da rinviare anzi, sicuramente da rifare. Noi atleti facciamo fatica, sacrifici e rinunce. Togliamo tempo ai figli ed alla famiglia per rispondere al nostro meglio ai valori che lo sport ci insegna, solo per la soddisfazione di "esserci"! Restituiamo i premi e rifacciamo la regata perchè personalmente avrei preferito essere arrivato quinto in una gara regolare che aver conquistato la bandiera blu in questo modo.

7 commenti:

artu' ha detto...

ho visto che ti sei fermato subito per vedere come stava chi era caduto in acqua .......par na bandiera ti ghe gavaressi voga sora a testa de chi che gera in in acqua ......ridicolo ........

Anonimo ha detto...

Magari fosse cascà in acqua Giuliano Pagan al secondo turno dei gondoini...

Anonimo ha detto...

povero Pagan, cossa ghe entra????e Gaetano allora??? E i Lali??

Anonimo ha detto...

ridicoli vogavate come i matti x arrivare in bandiera se che ciacieti ultimamente ga rovina minimo 4 provieri

Matteo B. ha detto...

Caro ciacetti avresti fatto più bella figura a stare zitto soliti Buranelli FALSI non hai nemmeno mollato una vogata VERGOGNOSO

Artu' ha detto...

mi ricordo anche quella volta che il buon Buriello ha collassato in prossimita' dell'arrivo dopo aver fatto una splendida regata ......tu con un gesto di estrema sportivita' ti sei fermato ed hai lasciato che le posizioni rimanessero come erano visto che mancavano pochi metri al traquardo eppoi ti sei subito assicurato delle condizioni del regatante .........A CAGAR ........TI GA VOGA COME UN MATTO PAR SORPASSARLI E NO TE NE GA FREGA NIENTE DE NISSUNI

Matteo B. ha detto...

Ritira il tuo racconto Stefano, tutta la gente ti sta ridendo dietro alle spalle! Purtroppo non ti riesce bene nello scrivere il contrario di quello che pensi. Come si dice qui a Venezia: "ti xe buranèo, ti gha sette fede". Devi ancora conquistare una bandiera in Regata Storica dei gondolini! Nel 1997 la regata secondo il tuo parere si doveva ripetere, sbaglio? Povero BURIELO ghe gavària assà e strasse par davvero! Se si rifarà la regata di Burano, come tutti noi apassionati lo speriamo, arrivi da ultimo a penultimo anche in "bonaccia". Incorniciati pure quella bandiera azzurra che non ne prendi più, a meno che i tuoi SUPER amici anche il prossimo anno non facciano il solito tuffo in acqua quando ti vedono in buona posizione.