lunedì 19 settembre 2011

LA REGATA DI BURANO 2011, IL RACCONTO DEI PROTAGONISTI: LUCA BALLARIN

Giornata particolarmente agitata già prima della partenza dato le condimeteo avverse. Pronti via! Rosso, arancio e marron prendono la testa di tutto il gruppo. Mi accodo dietro ai "busetti" e dopo il giro del "bocaletto" incominciano le prime scaramuccie tra marron e arancio, leggi "vignottini" e D'Este-Tezzat (ma che no sia ora de finirla?). Arrivati al giro del palo succede il fattaccio: dalla mia posizione vedo l'arancio inclinarsi sul fianco destro e poi "robaltarsi" (scusate lo slang, vengo da San Piero in Volta!). Roberto e Renato col rosso passano mentre durante il tentativo di aggirare l'ostacolo girando al largo, una folata di vento ci ha spinti velocemente addosso alla gondola marron dove nel frattempo si era aggrappato Gianpaolo D'Este. L'abbiamo evitato per un pelo! Proseguiamo imperterrti nella nostra regata, fatto bene o male? Buona la prima perche noi regatanti vogliamo portare a termine quello che cominciamo. Nel contempo si sente la giuria urlare "marron squalificato". Si prosegue, il rosso è gia avanti di un centinaio di metri quando noi usciamo dalla boa appaiati dal bianco. Dopo un paio di minuti si risente la giuria: "la regata è finita al giro del palo, continuate fino a Burano". Questo ripetuto per due-tre volte. Giungiamo a Burano dove ci viene dato lo stop. Arrivo: rosso(che aveva continuato girando anche il secondo giro del palo), bianco, viola, giallo. Nel più totale sgomento e caos lo speaker annuncia la classifica decretata dai giudici: arancio, rosso, viola, celeste. Non si capisce più nulla. Solo di una cosa sono certo e più che sicuro: LA FESTA e' ROVINATA.....

Nessun commento: