martedì 8 dicembre 2015

LE REAZIONI DI GIOVANNI GIUSTO ALLA MOVIMENTATA RIUNIONE TRA ASSOREGATANTI, SINDACO E DELEGATO ALLA SALVAGUARDIA DELLE TRADIZIONI

Martedì 1° dicembre era in programma  l'attesissima riunione tra AssoRegatanti (rappresentata da Gaetano Bregantin, Roberto Busetto, Rudi Vignotto, Gloria Rogliani e Marino Almansi), il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, ed il consigliere delegato alla salvaguardia delle tradizioni nonchè presidente del coordinamento delle associazioni remiere di voga veneta, Giovanni Giusto. Incontro che si è dimostrato dai toni accesi fin dalle prime battute e concluso anzitempo  con rissa evitata dagli uscieri, urla ed offese reciproche tra le parti come descritto dalle principali testate giornalistiche cittadine: leggi dal Gazzettino e dalla Nuova Venezia. Alla luce dei fatti, dalla Nuova Venezia riportiamo le reazioni di Giovanni Giusto e l'interrogazione del consigliere Davide Scano (M5S).





GIOVANNI GIUSTO

Giusto: «I campioni non ci sono più»

Il delegato dopo la rissa: «Io devo pensare ai 1500 vogatori con poche risorse» 

«L’eventuale richiesta di mie dimissioni da parte  dell’associazione dei regatanti? Non ci penso proprio, non ne vale la pena. Potrei dimettermi solo me che lo chiedesse il sindaco, che è invece al mio fianco nel mio impegno per il mondo della voga. Io inoltre sono consigliere delegato alle Tradizioni e la categoria dei regatanti rappresenta solo una parte minima di tutto il mondo della voga e dei problemi che sta attraversando».... LEGGI TUTTO...VAI...!!!





DAVIDE SCANO

Interrogazione di Scano (Cinque Stelle)

«Per il consigliere un possibile conflitto»

Anche un’interrogazione sulla “rissa” a Ca’ Farsetti con i regatanti, il sindaco e il delegato alle Tradizioni Giuseppe Giusto, che ironizza ma pone anche una serie di problemi, indirizzata a Brugnaro dal consigliere del Movimento Cinque Stelle Davide Scano, chiedendo «di spiegare come sia stato possibile che due impostori abbiano potuto accedere, con una certa facilità, alle sale della Giunta di Ca’ Farsetti, eludendo i vari sistemi di controllo, e sostituirsi in un incontro istituzionale a Sindaco e Delegato alle Tradizioni»...LEGGI TUTTO...VAI...!!!




Nessun commento: