domenica 24 febbraio 2013

5^ REGATA VALESANA GRUPPO SPORTIVO ARTIGIANI DOMENICA 24 FEBBRAIO 2013: IL RESOCONTO







 







di Massimo Veronese




Che splendida regata ha fatto "l'ingegner"!!! Approfitta di un numero d'acqua vicino ad uno dei superfavoriti, Alessandro de Pol,  gli aggancia la poppa e non la molla neanche sotto tortura fino a che la rotta di collisione tra i due schieramenti di testa che si erano formati dopo la "cavata", non vanno alla "piera del toco". Siamo a tre quarti del primo lato di bolina, quello che si è affrontato dalla partenza al primo giro del palo, posto in barena sotto Murano. Croff deve cedere la terza piazza ad Antonio Trombetta e mantiene la bandiera blu fino ad un centinaio di metri dal secondo giro del palo pòsto dove si era partiti. Da qui, in preda allo sconforto, all'anagrafe e ad una rotta avventata nel rettilineo finale che portava all'arrivo al Casin dei Spiriti, cede posizioni inesorabilemente. Dieci mascarete si staccano nettamente dalle altre e di volta in volta ingaggiano battaglie emozionanti che hanno reso questa gara veramente avvincente! Dapprima la bagarre iniziale per conquistare le posizioni per arrivare bene al primo voltacanale. Gira "l'orca", poi De Pol, Trombetta e Croff. "Cece" vince le sfide dirette con Angiolin e Zennaro, sfianca Amedeo, scambia Croff per uno spritz col Select ed insidia la bandiera verde di Trombetta fino all'ultimo metro: bandiera blu per lui! A sua volta l'atleta del Gruppo DLF, Amedeo, è protagonista e vincitore di un'ingaggio a tre con lo "storico" del plotone, Eugenio Zennaro e Davide Angioin. Estenuante, con i "pomoli" dell'una o dell'altra barca che a seconda di una raffica di vento più o meno favorevole si  alternavano nello starsi davanti. Peroni da Grado resta coi primi fino a Murano o poco più. Il riacutizzarsi di un dolore al minisco non gli permette di essere competitivo fino alla fine. Franzato gira decimo a Murano con una decina di barche dal primo. A differenza degli altri individua subito il prossimo voltacanale che gli altri non vedono. Questo gli permette di acquisire una rotta sopravento che gli consente di recuperare due posizioni e soprattutto di colmare un gap di un centinaio di metri che si era formato tra lui chi lo precedeva. Bell'impresa di "Willy" Ciliberti. Rianimato dal vento in faccia, gioca al gatto col "sorcio" con Marco Zanella da Jesolo. "Willy" lo vede sottotiro, si trasforma nell'Albertone nazionale e grida: "Marcone?! tu me sfidi ed io me te magno!" Ne caccia cinquanta di buone e gli strappa una posizione sul fil di lana! A terra Marco si prodigherà nell'informare i presenti che lo ha lasciato passare...naturalmente! Smile Marco!!! Seguono con fierezza nel concludere la loro faticaccia Bognolo, "cagnara" ed il giovane Piero Rossi. Tanto freddo e quindi tutti hanno preferito scarabocchiare via  stuzzichini e beveraggi preparati sul il buffet ancor prima della cerimonia delle premiazioni effettuate dal presidente del G.S. Artigiani, Roberto Leprotti. Una decina di barche a motore al seguito ed altrettante, finalmente, hanno approffittato dell'allenamento per seguire la gara a remi, come auspicato dagli organizzatori....ma?!?! C'erano anche Luca Vianello, in arte "l'orca" e Alesandro De Pol in regata? Ma certo! Hanno preso il due di coppe e se ne sono andati per la loro arrivando primi e secondi... com'è?! non si era capito? E chi era e come si è comportato il giudice arbitro, rappresentante di una categoria sempre al centro di polemiche non solo nei match di football? Paragrafando la bella presentatrice napoletana Barbara D'urso direi il "supergnocco" della voga veneta, Giovanni Giusto! Perfetto per come ha saputo tenere in pugno le vicessitudini della regata. Riusciva a leggere nelle intenzione degli atleti ed anticipare con ordini perentori possibili collisioni od abbordaggi..."per forsa, ghe disevo mi cossa far in recia!!!" HAHAHAHAHA!!! Si scherza per sdramatizzare naturalmente. Alla prossima quindi: domenica 23 marzo 2013, 7^ Regata de la campana "memorial Luigi Seno bòta"...e sarà ultramaratona! 




LA CLASSIFICA




VIANELLO GIANLUCA "ORCA" (USR FRANCESCANA) 



DE POL ALESSANDRO (G.S NOMBOLI) 




TROMBETTA ANTONIO (VOGA VENETA MESTRE) 
 



TREVISAN ENRICO "CECE" (VOGA E PARA BURANO) 
 



AMEDEO DAMIANO (GRUPPO DLF)
 




ANGIOLIN DAVIDE (G.R. MEOLO)



 ZENNARO EUGENIO (USR FRANCESCANA)
 



 FRANZATO MARCO (GSD ARTIGIANI)
 



CROFF GIOVANNI (RSC BUCINTORO)



PERONI CRISTIANO (GRADO VOGA )
 



CILIBERTI ENZO "WILLI" (CAN. CANNAREGIO)
 



ZANELLA MARCO (REMIERA JESOLO)
 



BOGNOLO  (CAN. GIUDECCA)



 GIURIN GIORGIO "CAGNARA" (CAN. GIUDECCA) 



ROSSI PIERO (USR FRANCESCANA)
 






3 commenti:

Francesco Lazzarini ha detto...

Complimenti al nuovo "Ice Man" Gianluca! e complimenti anche a tutti gli altri che dimostrano quanto sia bello e combattuto il mondo della voga alla veneta anche d'inverno!.
A mio parere il successo della valesana consiste nel fatto che ognuno può gareggiare portandosi la barca "da casa"; grazie la vasta presenza di mascarete "amadi" nelle remiere di tutta la laguna. Mi chiedo quindi, non sarebbe una buona idea organizzare una regata di questo tipo anche a due remi? ovvero dove ogni equipaggio può portarsi la mascareta e sono ammessi in gara tutti coloro che si iscrivono? basterebbe trovare un canale abbastanza largo...dal mio, se potessi, la organizzerei a Treporti...qualcuno verrebbe? (la mia proposta è solo provocatoria, ben venga se qualcuno la rende possibile).
Un abbraccio a tutti i regatanti e complimenti allo staff remiera Casteo.

Elkenia ha detto...

...grz x i complimenti...la tua non è una provocazione ma una cosa che abbiamo già fatto addirittura con i gondolini:
http://www.youtube.com/watch?v=sw0z0S7-qTM&feature=player_embedded

ciao

massimo

Elkenia ha detto...

sbagliato link...

http://remieracasteo.blogspot.it/2010/12/24-memorial-lilo-veronese-5-faziolada.html

questo è quello buono