venerdì 14 settembre 2012

...NOTIZIE IN CAVATA...




FIGLIE DI UN DIO MINORE ?
LE DONNE DISCRIMINATE NELLA RIPARTIZIONE DEI PREMI

PER LORO SOLO IL 13% DEL MONTEPREMI DELLA REGATA STORICA!
(TUTTE LE STATISTICHE)





di Chiara Curto



Alle olimpiadi di Londra appena concluse il CONI ha attribuito un premio per ogni atleta medagliato, ovviamente donne ed uomini hanno ricevuto premi uguali. Gli ori della Vezzali o i record della Pellegrini, valgono meno delle medaglie maschili? Nella voga veneta accade proprio questo, tanto che una bandiera rossa in storica per una donna, vale meno di un posto da riserva in gondolino!. I numeri parlano chiaro: Alle donne è riservato il 13,76 % del montepremi totale. Si tratta di una percentuale scandalosa, che non trova giustificazione in nessuna logica se non quella della discriminazione. Tanto più inaccettabile in considerazione del fatto che si tratta di soldi gestiti dalla pubblica amministrazione ed assegnati a seguito di un bando ufficiale, paragonabile ad un pubblico concorso. A tali premi si accede dopo una dura selezione. Alcuni sostengono che la differenza dei premi derivi da difficoltà di qualificazione diverse nelle diverse categorie. Allora facciamo parlare i numeri...LEGGI TUTTO...VAI...!!!


LEGGI L'ARTICOLO IN PDF



*************************





REGATA REGIONALE APERTA DI RAVENNA, 9 SETTEMBRE 2012



di Lucia Paoli

CANOTTAGGIO - Dopo la lunga pausa estiva dovuta alle Olimpiadi di Londra è finalmente ricominciata a Ravenna l'attività agonistica. I risultati positivi conseguiti dai nostri ragazzi ci fanno ben sperare per i prossimi appuntamenti di Settembre - Ottobre, clou della stagione remiera: Esagonale Internazionale, Campionati italiani, Coppa Italia di Società, Campionati del mare.In terra romagnola il vero portacolori della Giudecca è stato indubbiamente il nostro ex "cappellone" Mirto Vitturi che ha esordito vincendo con grande autorevolezza nel quattro di coppia misto della Canottieri Mestre e che un'ora dopo ha pure conquistato un bel terzo posto nel singolo ragazzi. Onore al merito, bravo Mirto! I bei risultati sono indubbiamente frutto dell'assiduo ed ammirevole lavoro di questa estate ma c'è anche chi sospetta che sia statoil drastico taglio della folta zazzera il fattore determinante che ha scatenatouna benefica sindrome di Sansone all'incontrario!...LEGGI TUTTO...VAI...!!!


30 commenti:

Anonimo ha detto...

Mi piacerebbe sapere come la pensano i regatanti e uomini rispetto alle lamentele citate nel sito (VOGAINROSA ‘’FIGLIE DI UN DIO MINORE) riguardo la discriminazione di trattamento (non solo economico)di cui sono vittime le donne.
Forse sarò malpensante,ma mi sembra che questo silenzio riguardo questo argomento, non sia altro che un modo perche queste ragioni vengano messe da parte e dimenticate il più presto possibile.
Rammento qualche commento in questo sito di qualcuno che citava questa frase’’ libertà,uguaglianza, fraternità, cosa che non riscontro.(MA QUANDO? QUANDO VI FA COMODO e NON INTRALCIANO I VOSTRI INTERESSI!!!!!!!!)

MARCO LAZZARINI ha detto...

Visto che citi il mio commento, ti dico che non ho nessun problema a scrivere che le donne hanno ragione nel PRETENDERE gli stessi premi degli uomini, dipendesse da me, assegnerei alle mascarete un premio uguale a quello dei gondolini, sono sicuro che i sacrifici che fanno per allenarsi non sono inferiori.

Ci sarebbe però da considerare una cosa: Ultimamente i commenti che leggo in questo blog, sono più che altro tendenti a "spaccare" le categorie di regatanti. Qualcuno,magari tu, ha addirittura detto che la regola di questo sport è "morte tua, vita mia".

Sempre secondo me, facciamo così il gioco di chi ha l'interesse di ridimensionare tutto il movimento (ovviamente a livello economico).

Perché non chiedere e pretendere, tutti insieme, che la somma dell'intero montepremi sia riportata ai livelli degli anni 90?

Togliere i soldi alle caorline potrebbe essere una soluzione, ma aumentare il premio alle donne ed ai giovanissimi senza intaccare il premio delle altre categorie sarebbe una vittoria per tutti, non trovi?


X CHIARA ha detto...

Provocazione per Chiara(non te la prendere è un gioco)

Riprendo il ragionamento del calcolo matematico

totali di visualizzazioni ad oggi 15 settembre ore 14:35 nei video su youtube delle varie regate nelle diverse categorie alla Regata Storica:
giovanissimi tot: 163 presente 1 video
donne: 328,presenti 2 video
caorline: 432, presenti 2 video
gondolini: 1199, presenti 2 video

risulterebbe:

giovanissimi lasciamo il 5% come da te previsto.
donne hanno il 16,74% di visualizzazioni (calcolando il totale dei due video presenti e non calcolando i giovani che abbiamo lasciato quota fissa)
caorline 22,05%
gondolini 61,20%

non mi sembra un ragionamento illogico neanche questo, si basa sull'interesse per le varie categorie e questo avviene in molti sport.. in conclusione è semplice dimostrare tutto ed il contrario di tutto.. non stiamo qui a fare le guerra fra poveri.. bisogna PRIMA DI TUTTO stare uniti per ritrovare la credibilità.

Fare i conti senza l'oste ha detto...

Perchè Chiara non mette in conto che le donne vogano tutto l'anno sulle mascarete e gli uomini cambiano molte imbarcazioni comportando delle spese enormi, basti pensare che per vogare a buoni livelli ci vogliono minimo un remo da gara per pupparino, gondolino, gondola (da provino ma anche da sentina per la sensa), caorlina ( da provino, centrobarca, sentina) in più quelli da allenamento, in più stesso discorso per le forcole.

Chiara ha detto...

Cari ragazzi, sento il rumore delle unghie che si arrampicano sugli specchi....i numeri parlano chiaro, 13% per le donne e 87% per gli uomini sommando le varie categorie. No no! così non va... benvenuti nel ventunesimo secolo !!!

Chiara ha detto...

X Fare i conti senza l'oste:
Le donne vogano anche il pupparino per Murano, e sarebbero ben liete di vogare anche caorline e gondolino, se gli uomini lasciassero un pò di spazio, in ogni caso le forcole ce le abbiamo anche noi, Tiè!.

Chiara ha detto...

X "X CHIARA" ti rispondo che è facile dimostrare tutto ed il contrario di tutto solo quando non si dice la verità, ma la verità continua ad esistere e si chiama "13% alle donne e 87% per gli uomini", altro che guerra fra poveri!

Chiara ha detto...

X Marco Lazzarini, il tuo commento mi da modo di sottolineare che nessuno se la prende con i colleghi, quelle fatte sono considerazioni di carattere statistico, che analizzano la situazione a partire da un dato attuale che in ogni caso resta sbilanciato perchè prevede tre catogorie maschili ed una sola femminile. Questo è già di per se ingiusto e rende impossibile una battaglia comune essendo la posizione delle donne troppo sfavorita dal dato di partenza. Il comune poi non è un entità astratta con cui prendersela, le decisioni del comune sono il frutto dell'azione esercitata da varie persone che orbitano attorno al movimento della voga a vario titolo. Si da il caso che storicamente e non solo in questo ambito queste persone sono in gran parte di sesso maschile e fanno scelte che tendono ad escludere le donne che quindi sono costrette ad agire per ottenere ciò che gli spetta. Non si può aumentare il premio delle donne senza intaccare quello di un'altra categoria, stiamo parlando di percentuali, non di valori assoluti. La percentuale riservata alle donne è troppo bassa punto e basta.

Formica ha detto...

Chi è questa CHIARA?
Forse una donna fiabesca?
Ma sai almeno vogare?
Vogare non vuol dire tenere il remo in mano!
Attualmente di donne che sanno vogare ce ne sono forse 4 (anzi forse ho anche esagerato).

Elkenia ha detto...

...fioi, una ke entra da do ani dapartuto me par ke eà sia bona vogar...no?

Chiara ha detto...

X Formica, se non mi conosci clicca sulla "bellissima" foto che Massimo mette sempre affianco al mio nome in testa ai miei post, li mi vedrai con la bava alla bocca dopo aver finito di vogare in Storica.

Dott. PETTOLA ha detto...

KENIA il commento di formica per me dovevi cestinarlo l’ ironia nei confronti di CHIARA mi è sembrata cattiva ,e denigrante nei confronti delle donne.
Voglio fare una domanda alla formica secondo te quanti sono gli uomini che sanno vogare, usando lo stesso criterio e lo stesso parametro che hai usato nei confronti CHIARA?
Secondo me leggendo la lettera pubblicata nel sito le donne hanno buone ragioni per protestare,e far valere i propri diritti.

Dott. PETTOLA

Elkenia ha detto...

Sono daccordo sor petola ke l'ironia usata da formica puo' essere considerata "denigratoria" più ke offensiva. Si commenta da solo l'essere ke si cela dietro quel nick name. Te ne sei prontamente accorto e pubblicare il suo commento è stato per me un modo per offenderlo...velatamente...sotto le righe...come ha fatto lui.

Betta ha detto...

Essendo anche io una donna che voga vorrei soffermarmi su un paio di punti:
1) A "Formica", in base a quali criteri giudichi il modo di vogare di un'atleta???
2)Le donne, o meglio campionesse, meritano le stesse attenzioni dei campioni perchè i sacrifici sono gli stessi!!
3)Credo che sia molto più facile per gli uomini partecipare alle regate: inanzitutto per i ragazzi esiste la categoria "giovanissimi" che prepara i campioni del futuro, c'è poi la categoria "uomini di serie B" per coloro che non riescono ad entrare in quella di serie A.....Sembrerebbe proprio che ognuno abbia il suo posto, una categoria fatta a posta per lui e una chance in più di farcela!! Le donne che invece non riescono ad entrare nella categoria "campionesse" vengono escluse dalle regate!!! Sebbene esista il "Circuito Intersocietario Femminile", ottima soluzione per incentivare la voga femminile di "serie B", esso viene organizzato dalle remiere e non dal comune, non comprende quindi le tradizionali regate!
4) Le remiere pullulano di ragazze e di giovani promesse, quindi credo sia arrivato il momento di far qualcosa!!!!

Anonimo ha detto...

X Marco Lazzarini
Ma se non venivi provocato, avresti risposto comunque a questi commenti?
Secondo me Chiara voleva far notare la disuguaglianza di trattamento che viene usato fra uomini e donne a prescindere dal trattamento economico,anche se questo non è di poco conto.

Anonimo ha detto...

Caro 'Provocazione per Chiara', ti assicuro che la regata dei gondolini l'avrò rivista almeno 20 volte SOLO per vedere 'l'incidente' tra la giuria e il gondolino giallo. Quella delle caorline ho visto la partenza, ALLIBITA, per altre 10 volte, la mia, la devo ancora vedere!!! sai come aumentano i numeri così!! Non voglio essere ne presuntuosa ne maleducata, ma chiedi ai 'nuovi campioni' della reale regata delle caorline quante volte se la sono rivista!!!!!

Chiara ha detto...

Grande Dott. PETTOLA!!! e grazie a "ELKENIA" anche per lo spazio concesso per questo divertente e significativo confronto, saluti

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo sul fatto che i premi DEVONO essere molto più equi, soprattutto vedendo quanto prendono di premio 'gli uomini su caorline' della storica, visto gli allenamenti di un intero anno a confronto dei 5 allenamenti 'pre-eliminatoria'. ti assicuro però, per esperienza personale, avendo un 'giovanissimo' a casa, che anche lui spende molti soldi per forcole e varie, visto che la forcola da pope di pupparino costa almeno 3 volte la mia da mascareta e cambiano 2 imbarcazioni annue. E la maggior parte dei giovanissimi sparisce dopo i 18 perchè non tutti riescono a fare il 'salto di qualità'. quindi invece di 'denigrare' i giovanissimi sarebbe bene trovare una soluzione alternativa riuscendo a distribuire i premi in maniera equa secondo il grado di 'difficoltà'.
ONORE AI CAMPIONCINI, ONORE ALLE CAMPIONESSE, ONORE AI CAMPIONI.

Erika Zane

Elkenia ha detto...

PER L'AVVOCATO DEL DIAVOLO DEL QUALE HO CESTINATO IL COMMENTO: VERGOGNITE!!!

Hanno ragione coloro che dicono che stiamo facendo la guerra tra poveri! Mi dispiace chiara ma state cadendo in trappola, state rispondendo a provocazioni. Per esperienza non dovrebbero essere ascoltate sebbene reputo difficile "porgere l'altra guancia"! La tua battaglia merita ben altro! Invita tutti ad intervenire con proposte costruttive. "Mi go manco de ti, staltro ga più de quealtro e pinco no merita come pallino" non serve a nulla ed a nessuno! Non serve ti dica io chi ne trae profitto da questa scissione d'intenti! Essere disuniti ed invidiosi uno dell'altro fù il gioco di ki??? Meditamus gente...meditamus...

MARCO LAZZARINI ha detto...

x l'anonimo del 15 settembre 22:05
Certo che non avrei commentato, purtroppo in questo sport e purtroppo in questo blog, il fatto di esporsi con nome e cognome portando le proprie opinioni rende chi lo fa una vittima del tiro a segno da parte di gente ignorante che si cela dietro uno squallido anonimato, come vedi, anche tu ometti di inserire il tuo nome e cognome, ti vergogni forse di te stesso/a?
Credimi, non è piacevole rispondere e non sapere con chi hai a che fare.

Formichiere ha detto...

Mi piacerebbe molto vedere Formica vogare. Di sicuro non può essere un campione perché altrimenti conoscerebbe Chiara e saprebbe anche che esistono molti modi di vogare e diverse scuole di pensiero. Se invece mi sbaglio, e questo signore è uno che se ne intende, allora mi viene da pensare che il suo pseudonimo derivi dalla grandezza del suo cervello, pari a quello di una formica ("anzi forse ho anche esagerato"). Saluti affettuosi.

Anonimo ha detto...

Per Chiara e tutti i pochi che la pensano come te.
Le donne che vogano alle selezioni sono circa 40 il movimento maschile in totale e di circa (senza giovanissimi) 140- 150, non puoi non considerarlo, poi le donne che entrano prendono i premi anche a sant'erasmo, murano, pellestrina e burano, un serie AB (più forte di B ma che nell'anno non si qualifica nella a) esempio un Vito o un Massaro (fra i più belli tecnicamente da vedere ed ammirare) quest'anno prendono circa 1000 euro te in tutta la stagione quanto hai preso? non dirmi che tecnicamente una donna che voga bene come uno di questi due (non c'è né neanche una) non riesce entrare in regata.. poi avete un decimo delle spese per remi e forcole.. poi anche non dirmi che per qualificarsi a Murano ad un remo il quoziente di difficoltà è lo stesso.. sono semplici esempi ma reali. per avere lo stesso trattamento dovreste ricambiare con lo stesso quantitativo di donne che vogano e lo suscitare lo stesso interesse o magari maggiore allora si potrebbe rivedere tutto.

Chiara ha detto...

Inizieremo un nuova rivolta femminile nel mondo della voga alla veneta per vedere i nostri diritti rispettati. Ci rivedremo in assemblea dei regatanti o da Panciera.

Mauro Ceciliati ha detto...

Mi piace molto l'osservazione di Chiara, è evidente che la voce delle donne è ormai sempre più forte e decisa in questo sport perciò diamogli pari possibilità!. Direi che quindi, essendo in democrazia, sia giusto trovarci tutti "in piazza" e votare su come assegnare i premi, che sia la maggioranza delle persone che voga a decidere. (54>18 o sbaglio?) :)

MARCO LAZZARINI ha detto...

X L'anonimo del 15 settembre ore 22:05....Non avrei commentato semlicemente perchè, mettendo il proprio nome e cognome in questo blog, si diventa vittime di un tiro al bersaglio da parte di persone che si nascondono dietro un anonimato meschino, guardacaso tu sei uno/a di questi.
Per quello che mi riguarda, i commenti anonimi valgono come le vecchie lire: NIENTE!

Anonimo ha detto...

Bravo Ceciliati ci troviamo tutti in piazza e decide la maggioranza dei regatanti 54>18 cosa sarebbe che i regatanti delle caorline essendo in maggioranza possono decidere quello che vogliono ,cosa direbbe l’amico Marco Lazzarini e il suo motto libertà uguaglianza e fraternità. Guarda caso il montepremi ve lo dividete voi delle caorline che siete dei regatanti di serie B e anca de serie c2. Fai ridere tu e la tua democrazia.
Marco Lazzarini apprezzo la tua sincerità quando dici che non avresti risposto ai commenti ,ma io la conoscevo già la risposta. Ciao
Chiara ti do un consiglio è meglio da Panciera l’ associazione regatanti ma!!!!!!!!!!!

Chiara Curto ha detto...

Il commento firmato Chiara del 16 ore 13:01 non è scritto da me "Chiara Curto" ma da qualcun'altro. Eventuali ulteriori commenti a nome Chiara non saranno riferibili a me.

Mauro Ceciliati ha detto...

Il commento firmato Mauro Ceciliati non è scritto da me ma da qualcun'altro.

Anonimo ha detto...

X Anonimo del 16 ore 12:49 che dice che le donne non meritano di più perchè sono solo 40 mentre gli uomini 150. I numeri che citi sono proprio l'effetto del fatto che il movimento femminile non è valorizzato!. Infatti di donne che vogano ce ne sarebbero altrettante che uomini (del resto siamo la metà della popolazione...) 65 sono quelle nella classifica a punti delle gare comunali e a decine e decine partecipano alle varie gare non comunali organizzate in giro per la laguna, hai presente la gara dell'8 marzo dove partecipano sempre 10-11 caorline femminili? Se poi te ritieni che non suscitano interesse le gare femminili, la cosa è reciproca, a me infatti interessano poco quelle maschili. Riguardo il fatto che le donne non saprebbero vogare, immagino tu lo attribuisca al fatto che sono esseri inferiori...o no? non vedo altra spiegazione visto che molte delle donne che entrano in storica è gente che si allena tutti i giorni anche da 20-25 anni, cosa devo dirti...rinasci donna e prova a qualificarti per la storica e poi mi dirai se è facile. Per ultimo in merito alla polemica sulle spese per remi e forcole (che da quello che dici tu sembra che ti vadano via come il pane) sappi che non solo le donne vogano diverse barche (mascareta, pupparino e caorlina) e devono comprarsi i rispettivi set di remi e forcole, ma molte delle campionesse sono anche costrette a comprarsi la mascareta, perchè in quasi tutte le remiere ci sono solo vecchie mascarete "Amadi" che sono diverse da quelle da regata e quasi inservibili per gli allenamenti ad un certo livello. Sei soddisfatto?

ANIBAE ha detto...

X anonimo del 16 settembre 2012 12:49
Prima di tutto non essere tanto convinto che quelli o quelle che la pensano come Chiara o come me siano pochi. Quando dici che alle selezioni ci sono 40 donne e150 uomini,è vero.
La verità però è che mentre le donne hanno il buon senso e se non hanno i requisiti per ben figurare non si presentano alle selezioni ,e se ne stanno a casa, e vanno a vogare per prendere un po’ d’aria e sole. A differenza di voi uomini ,che partecipate alle selezioni in 150 come dici tu ,e molti di voi farebbero meglio a imitare le donne restandosene a casa non partecipando alle selezioni , facendo risparmiare al comune tempo e denaro e a voi la brutta figura .Per quanto riguarda l’esempio di tecnica di voga ti assicuro che potevi trovare di meglio, ci sono molte donne che vogano meglio di loro.
Le donne per natura sicuramente non hanno la forza di un uomo,ma sicuramente più cervello e mi dispiace dirlo perché sono un uomo, ma devo ammetterlo ,leggendo i commenti di questi giorni non posso che dargli ragione quando dicono che sono discriminate.