martedì 7 febbraio 2012

COMUNICATO DELL'ASSESSORE ROBERTO PANCIERA: SELEZIONE E PREPARAZIONE DELL'EQUIPAGGIO PER IL PALIO DELLE ANTICHE REPUBBLICHE MARINARE





ROBERTO PANCIERA
ASSESSORE AL TURISMO ED ALLA SALVAGUARDIA DELLE TRADIZIONI



Come probabilmente già saprete, quest’anno la regata delle Antiche Repubbliche Marinare si disputerà ad Amalfi il 3.6.2012.Sul finire dello scorso anno, il Comitato Veneziano del Palio delle Repubbliche ha individuato un nuovo direttore tecnico nella persona di Stefano Zabotto, vincitore di 4 edizioni della regata come atleta, e di altre 4 edizionicome allenatore.

A lui è stato affidato il compito di formare un unico equipaggio
composto dai migliori atleti a disposizione sul territorio. L’attuale regolamento del Palio prevede, per ogni città, che almeno il 50% dell’equipaggio sia composto da atleti nati nella Provincia od ivi residenti da almeno un decennio, mentre il restante 50% può essere composto da atleti nati nella Regione o ivi residenti da oltre un decennio.

Al fine di poter facilitare l’incontro tra gli atleti provenienti dal
territorio lagunare e quelli provenienti dalla terraferma, la sede principale per le uscite in barca è stata individuata a Mestre, in località S. Giuliano, grazie anche alle strutture messe a disposizione dalla società Canottieri Mestre.

Nel corso degli anni l’evoluzione degli scafi e delle loro infrastrutture ha fatto sì che la tecnica di voga sul Galeone sia diventata non molto dissimile da quella del canottaggio, e, per questo, soprattutto gli equipaggi di Amalfi e Pisa, hanno attinto a piene mani dalla squadra nazionale di canottaggio che, com’ è noto, è una delle più forti a livello mondiale. Ciononostante Venezia, grazie ad un lavoro di gruppo sempre iniziato con grande anticipo rispetto agli avversari, è riuscita nel recente passato a prevalere egualmente, sconfiggendo campioni sulla carta ben più titolati.

Nelle ultime tre edizioni, tuttavia, complice da un lato la crisi del canottaggio lagunare che non ha prodotto atleti di alto livello, e dall’altro lato la fortuna degli avversari di poter contare su un massiccio apporto di atleti “professionisti”, tra i quali numerosi olimpionici, ha purtroppo relegato l’armo veneziano in una posizione di rincalzo alla quale non eravamo abituati. A maggior ragione, quindi si rende opportuna una pronta reazione che, attraverso il coinvolgimento di tutte le forze vive della città e del territorio lagunare, consenta, anche in prospettiva futura, di formare un ampio gruppo di atleti in grado di continuare a dimostrare la forza sportiva di Venezia.

Per la realizzazione di questo progetto occorre la collaborazione di tutte le società e dei singoli atleti nel segnalare i nominativi dei potenziali interessati e consentire così l’allargamento del gruppo. Presso la Canottieri Mestre sono sin d’ora a disposizione di tutti gli “aspiranti” due allenatori con la funzione anche di insegnare la tecnica specifica a chi, pur atleticamente valido, non abbia esperienza di Galeone. Appena appresa la tecnica di base, gli interessati avranno possibilità di sperimentare direttamente il galeone e venire successivamente inseriti nel gruppo che rappresenterà Venezia in questa o nelle future edizioni del Palio.

Con la consapevolezza che solo con l’ampliamento della base dei praticanti potrà garantire un futuro pieno di soddisfazioni per il nostro armo, invitiamo dunque tutti i Presidenti a pubblicizzare questo avviso nell’ambito delle loro società e nel contempo esortiamo tutti coloro che si sentono astrattamente in grado di affrontare l’esperienza a contattare senz’altro il direttore tecnico del galeone, Stefano Zabotto che potrà fornire tutti i dettagli tecnico organizzativi.


e-mail:stefano.zabotto@comune.venezia.it

tel.: 348-7134053



Cordiali saluti a tutti.

Il Presidente
Roberto Panciera








Nessun commento: