sabato 24 dicembre 2011

UN PRESEPE PORTATO DALL'ACQUA : LUNEDI' 26 DICEMBRE 2011 - ORE 10:30






ASSOCIAZIONE ROSETIEVENTI



COMUNICATO DEFINITIVO


Nell’ambito del progetto di:
Venezia, un giardino di rose

Venezia: Un Presepe portato dall’Acqua

di Dania Lupi


Con la collaborazione di Giovanni Alliata

Nel ricordo di un’antica tradizione che vedeva il Doge di Venezia far visita all’isola di San Giorgio il giorno di Santo Stefano, il 26 dicembre 2011 partirà un corteo sulla laguna, dal bacino di San Marco verso l’isola di San Giorgio, con “UN PRESEPE PORTATO DALL’ACQUA”. Le figure della Natività saranno rappresentate da una coppia di veneziani e dal loro bambino.

I visitatori del Presepe saranno “i pastori” che vengono dal mare, trasportati da caorline e da altre imbarcazioni.

Il “Presepe portato dall’Acqua” sarà accolto da 600 piante di rose che già il 21 dicembre 2011 arriveranno all’isola di San Giorgio. Con le più belle piante si realizzerà un grande cuore nell’intenzione poetica di essere quel giorno pastori portati dall’acqua. E a Venezia è magnifico che sia così: pastori che con umiltà si inchinano alla Nascita e dunque alla propria “intenzione” di Ri-nascita come nella più sentita tradizione.

Il “Presepe portato dall’Acqua” è collegato e parte idealmente da un cuore di rose già allestito qui a Venezia pochi giorni fa presso il Liceo Marco Foscarini, nel sestiere di Cannaregio, quale simbolo del pulsare della giovinezza, con i suoi sogni pronti a diventare realtà.

Nascere e rinascere a Natale è l’augurio che il “Presepe portato dall’Acqua” vuole esprimere per sé e per tutti i partecipanti in un omaggio alla città e alla sua laguna.

Un Presepe portato dall’acqua” – 26 dicembre 2011

Ore 10.00: partenza per l’isola di San Giorgio dal bacino di San Marco (di fronte al Todaro)

Ore 11.00: Santa Messa presso la Basilica di San Giorgio

Si potrà raggiungere l’isola di San Giorgio anche col vaporetto che parte dalle Zattere o da P.le Roma

Per informazioni: Associazione Rosetieventi - cell. 347 2852077










A SANTO STEFANO
Presepe sull’acqua: invito esteso a tutti i vogatori



Un presepe vivente sull’acqua nel giorno di Santo Stefano: in mattinata dal bacino di San Marco partiranno gondole e caorline ricche di doni simbolici verso l’isola di San Giorgio. L’invito è stato esteso a tutte le società remiere. Ma anche a chi non ha la barca e volesse partecipare a una manifestazione che si preannuncia possa tornare a rivivere. Gloria Rogliani (rintracciabile alla Polisportiva Venexiana di Cannaregio) si è messa a disposizione per trovare imbarcazioni a chi desidera immedesimarsi nei panni dei pastori in visita a Gesù Bambino. Ideatrice del progetto la poetessa delle rose Dania Lupi che vuol recuperare l’idea del “presepe portato dall’acqua” secondo un’antica tradizione che voleva il doge in visita a San Giorgio nel giorno di Santo Stefano. Dentro la Basilica sarà disegnato un cuore con 600 piante di rose in vaso, al centro saranno collocati i simboli della natività: il Bambino, la Madonna e San Giuseppe, impersonati da una famiglia veneziana, i pastori. Ognuno porterà i suoi doni. Dal Liceo Foscarini arriveranno lettere di Natale scritte dai ragazzi; dalla Certosa un modellino di gondola; da Marzorbo-Venissa uva e vino; da S. Erasmo verdure e carciofi; da Burano dei merletti; da Murano lavori in vetro. Ai “pastori” veneziani e i turisti che si suggerisce di portare una rosa o una stella di Natale. Il tutto accompagnato da nenie, canti natalizi e zampogne. La partenza sarà intorno alle 10.30 e il ritorno dopo la visita al presepe, la benedizione e un brindisi è previsto intorno alle 12.30. Sul sagrato della chiesa saranno accese delle fiaccole, anche quelle a forma di cuore, per pensare ad un significato da dare alla “luce del cuore” nel pieno delle festività.

Nessun commento: