domenica 4 dicembre 2011

5° REMATHLON - TROFEO MEMORIAL ALESSANDRO PAGNIN - DOMENICA 4 DICEMBRE: IL RESOCONTO









di Gabriella Lazzari


Giornata uggiosa ma entusiasmo alle stelle per questa 5^ edizione del Remathlon 2011. Sono tutti indaffarati ad armare le barche: chi porta anche dieci remi cinque forcole e chi invece non sa nemmeno se vogherà a "prova" o a "lai" ma tant’è, visto che ci sono, cerco di fare bella figura! I nostri atleti sono un po’ tutti preoccupati: chi perché non si ritiene allenato a sufficienza (ce la farò a finire la corsa?) e chi ha il terrore di perdere il remo (e se poi i regatanti si arrabbiano?). E’ arrivato il momento del via, prima manche di corsa: la squadra dei bianchi, capitanata da Fabrizio Cristante, parte subito a razzo e non ce ne sarà più per nessuno. Seguiti dal rosso/blu, celeste, marron, viola, rosa, rosso, verde, canarin e arancio. Parte la seconda fase della gara ed è regata! E’ il momento dei regatanti di dimostrare la loro grinta! Giudice di gara il mitico Vittorio Orio che con autorevolezza impartisce paterni richiami ai più indisciplinati. A pochi metri dalla partenza il poppiere del viola, Claudio Carretin, colto dalla foga, decide di fare una visita alla trattoria dall’altro lato del canale tagliando la strada al rosa di Ivo Redolfi Tezzat: groviglio di remi tipo shanghai e ne approfitta il rosso/blu che se ne va premando la barca e ringraziando . La gara procede correttamente, giro di palo senza intoppi e giudice di gara inoperoso fino a che, quasi alla fine del Canal Grande, direzione vignole, succede un altro abbordaggio sempre ai danni del rosa di Ivo ormai rassegnato, da parte del rosso il quale, nonostante i cortesi richiami del giudice Orio, costringe il rosa a visitare la vetreria di Ferro, purtroppo chiusa. Altro giro di palo agli "Anzoli" corretto e la gara è praticamente conclusa: il serpentone arriva all’arrivo con in testa sempre il bianco di Fabrizio Cristante e compagni, seguito dal rosso/blu di Eugenio Zennaro, il marron di Gianni Busetto, il celeste di Andrea Bertoldini, il viola di Claudio Carrettin, il rosa di Ivo Redolfi Tezzat, il rosso di Andea Ortica, il verde di Renato Busetto, il canarin di Marino Massaro e l’arancio di Vito Redolfi Tezzat purtoppo orfano del lai, seduto a paiolo per mal di mare. Terza prova: ultimo giro di corsa dei podisti più allenati di ogni squadra con tifo da stadio dei propri colori: taglia il traguardo della 5^ edizione della Remathlon 2011 la squadra rosso/blu che si aggiudica la bandiera rossa.



I BANDIERATI










LA CLASSIFICA





10 - ROSSOBLU




ZENNARO EUGENIO – SOLANO SANDRO – GREGNANIN LUIGI
ZENNARO SERENA – FINCO ALVISE – FURLANETTO FRANCO




1 - BIANCO



CRISTANTE FABRIZIO – DONA’ FABIO – SIGNORELLI MARTA
VOLTOLINA LUCA – GOATTIN LUCA – MORETTI ANTONIO





8 - ROSA



REDOLFI TEZZAT IVO – AMADI FABIANO – BULLO STEFANO
BARBARO ANNA – CENEDESE NICOLA – BELLO PIERGIORGIO







4 - CELESTE



BERTOLDINI ANDREA – BULLO MARCO – SANTI GIULIO
SANTI GIORGIA – ZAMATTIO ROBERTO – BUSETTO FEDERICO





9 - MARRON



BUSETTO GIANNI - REDOLFI TEZZAT DIEGO – SPEZZAMONTE RICCARDO
VISCONTI MARIALAURA – TREVISAN NICOLA – RAGAZZI CRISTIANO





5 - ROSSO



ORTICA ANDREA – FAGARAZZI ROBERTO – BUBACCO ALESSANDRO
DALLA VALENTINA STEFANO – SQUARCINA NICOLETTA – SALVOLDELLO MARCO





2 . CANARIN



MASSARO MARINO – CONVILLI ANTONIO – CAPITANIO FRANCESCO
MAINARDI ANTONELLA – PAVAN WALTER – BONORA MAURO





3 - VIOLA



CARETTIN CLAUDIO – SALVADORI DANIELE – ERCOLANO ANTONIO
CURTO CHIARA – BULLO LUCIANO – BUBACCO GIORGIO





7 - ARANCIO



REDOLFI TEZZAT VITO – BERTOTTO LUCA – COLLI PIERO
ZENNARO GIOVANNA – SOLONE CLAUDIO – BERTOTTO SIMONE





6 - VERDE



BUSETTO RENATO – MARTINUZZI CARLO – BERGAMIN FILIPPO
BULLO SILVIA – GHIGI LEONARDO – MENEGHINI GIOVANNI




ALCUNI MOMENTI DELLA GARA












Nessun commento: