martedì 18 gennaio 2011

GRANDE FESTA INAUGURALE DELLA VOGA ALLA VENETA: RASSEGNA STAMPA

ARRIVANO DEI COMMENTI A QUESTO POST CHE SONO ATTACCHI DIRETTI E PERSONALI AL PRESIDENTE DEL COORDINAMENTO, GIOVANNI GIUSTO. NESSUN PROBLEMA NEL PUBBLICARLI MA VISTO IL TONO POCO CONCILIANTE DEGLI STESSI, INVITIAMO GLI AUTORI DI RIFORMULARLI LASCIANDO UNA FIRMA E POSSIBILMENTE UN'EMAIL. IN QUESTO MODO L'INTERESSATO AVRA' LA POSSIBILITA' DI DIRE LA SUA E CONTROBATTERE DIRETTAMENTE. LA CRITICA ANONIMA NON TROVERA' SPAZIO IN QUESTE PAGINE.









Lunedì 17 gennaio 2011

di Tullio Cardona



RIALTO Settanta barche in Canal Grande e Pescheria affollata per l’iniziativa del Coordinamento

Festa per 500 al "battesimo" della voga alla veneta



La nebbia di ieri mattina non ha vanificato la "Festa Granda inaugurale della voga alla veneta" promossa dal Coordinamento delle associazioni remiere, anzi, l'ha resa più suggestiva. Circa 350 vogatori su 70 barche sono convenuti a Santa Chiara. C'erano molti rematori, di tutte le età, ma anche cittadini che hanno raccolto l'invito a salire a bordo e a percorrere il Canal Grande. A Rialto, il corteo acqueo si è tramutato in festa "da Tera", con circa 500 persone. In Pescheria, l'Oracolo de le barene (l'attore Cesare Colonnese) ha evocato lo spirito degli antenati serenissimi, affinché esprimessero il loro responso sulla stagione remiera entrante. Tutto bene: gli avi hanno sentenziato salute, tradizione, pace e prosperità. Il vaticino è stato festeggiato con pasta e fagioli, musetto caldo e vino, mentre il gruppo musicale "Onde Beat" si è esibito intrattenendo il pubblico. Le istituzioni erano presenti solo con il presidente del consiglio comunale, Roberto Turetta, cosa che ha un pò piccato Giovanni Giusto, presidente del Coordinamento: «Ringrazio di cuore Turetta - ha commentato Giusto - so che il sindaco e gli assessori sono impegnati in altre manifestazioni d'alta cultura, forse perché credono che la nostra non lo sia. Invece la continuazione della cultura e della tradizione veneziana sono tutte le persone che malgrado la nebbia sono giunte qui ed hanno festeggiato assieme vogando e cantando. Ogni aggregazione è cultura e quella del remo è la più alta perché sorta agli albori della città, patrimonio di tutti e non di una schiera di eletti».








VENEZIA - Nonostante le defezioni degli equipaggi di Pellestrina, Chioggia, Burano e S. Erasmo, causate dalla nebbia, ieri sono stati oltri 350 i vogatori a bordo di una settantina di barche che hanno partecipato al corteo acqueo delle Remiere lungo il Canal Grande per l’avvio della stagione di voga alla veneta. La partenza alle 10,30 da piazzale Roma, in numero così elevato da creare per qualche minuto problemi ai mezzi a motore e ai vaporetti. E l’arrivo in Pescheria tra le 10,50 e le 11, dove ad attendere i partecipanti all’evento c’erano circa 500 persone, attirate anche dai motivi anni 60 e 70 del gruppo Onda Beat e dalla distribuzione gratuita di pasta e fagioli e musetto. «Una riuscitissima festa popolare, simbolo di una Venezia che non vuole arrendersi al degrado e alla monocultura turistica», commenta soddisfatto il responsabile del Coordinamento remiere Giovanni Giusto. Che evidenzia come tra i vogatori ci fossero molti giovani, tra cui un amante del remo di soli 5 anni. Il rito propiziatorio per il buon andamento della stagione di voga alla veneta 2011 è stato eseguito dall’attore Cesare Colonnese. E salvo il presidente del Consiglio comunale Roberto Turetta, del tutto assenti alla manifestazione le autorità cittadine.






VENESSIA.COM

2 commenti:

A modo mio ha detto...

http://voga-amodomio.blogspot.com/2011/01/fuori-da-coro-insomma-niente-di-nuovo.html

Aggiungo solo un commento all'articolo del Gazzettino, ovvero che se, a parte Turretta, non erano presenti altri assessori è forse perché, con lungimiranza, ne era stato colto il carattere un po' da osteria, un po' goliardico che stava alla base di questa manifestazione.
Promuovere la cultura locale non significa ridicolizzare un'intero movimento con manifestazioni di basso rango ma proporre dibattiti e confronti supportati da studi e da documentazione adeguata.

Leonard ha detto...

http://canottieritreporti.blogspot.com/2011/01/grande-festa-inaugurale-della-voga-alla.html

Anche noi della Canottieri Treporti abbiamo una nostra opinione in merito, non volendo polemizzare troppo commentando questo post, abbiamo deciso di scrivere come la pensiamo nel nostro blog.
Ciao a tutti