venerdì 11 dicembre 2009

REGATA SPRINT TELETHON: CANAL GRANDE - VENERDI' 11 DICEMBRE 2009


Ente Gondola, Associazione dei Bancali e Banca Nazionale del Lavoro in collaborazione con il corpo dei Vigili Urbani di Venezia, Comune, con l'appoggio logistico di Canottieri Giudecca e quello mediatico di Remiera Casteo ed il Coro Venezia in Musica, hanno voluto esser vicini al mondo della solidarieta' in occasione dell'inizio dell'edizione 2009 della maratona televisiva TELETHON, organizzazione della quale tutti conoscono i fini. E per attirare, coinvolgere e sensibilizzare turisti e affezionati spettatori hanno usato il metodo a loro più congeniale, lo strumento del loro lavoro che non ha eguali al mondo: la gondola, usata per l'occasione per fare una gara nello spettacolare scenario di Canal Grande a Venezia.
E' stata una Regata veramente coinvolgente, diversa dalle classiche sfide con nove barche al cordino. Si è trattato di una sprint da cinquecento metri su gondole a due remi, in Canal Grande, nel tratto che da San Tomà porta al Ponte di Rialto: circa due minuti . Per questo motivo i regatanti hanno dovuto elaborare la loro performance ben oltre al livello della loro soglia anaerobica e cioè qul punto immaginario oltre il quale la combustione tra ossigeno e carboidrati smette di produrre glicogeno (benzina super per i muscoli) e comincia a produrre quella cosa che ti blocca le articolazioni, ti irrigidisce, ti fà girar la testa, ti fa' andare le gambe in "pappe", và alla conquista del cervello ed a bacchetta gli fà dire: "non ce la faccio più!"; in due parole l'acido lattico! Due minuti di gara da affrontare come il classico "caorio de longhessa", due minuti di apnea! Tre batterie da tre gondole ciascuna regolarmente sorteggiate fatte salve le teste di serie: il bianco di D'este-Schiavon, il verde di Bertoldini-Busetto ed il rosa di Mao-Dal Gesso.


PRIMA BATTERIA


E' stata vinta dagli outsider Busetto-Bertoldini (Renatino da dieci anni sempre in Canalazzo a settembre, Andrea da dieci anni sempre in bandiera su tutte le regate dei campioni) che già ai cento metri mettevano la prua davanti a Zago-Tonello. Regge abbastanza bene fino a metà percorso il canarin di Mario Tramontin e del giovanissimo Alvise "lupociccio" Nardin, quarto classificato all'ultima Regata Storica categoria giovanissimi (15-18 anni). Di curioso, da sottolineare il fatto che per rappresentare il Traghetto SS. Trinità (Bauer), gli atleti della gondola verde hanno dovuto superare un'eliminatoria contro la coppia Pierfrancesco "ulisse" Marchesini-Cristiano "crea" Vianello.



6 - VERDE: TRAGHETTO SS. TRINITA' ( Q )


BERTOLDINI ANDREA - BUSETTO RENATO




3 - VIOLA: TRAGHETTO DOGANA


ZAGO MATTIA - TONELLO MASSIMO



2 - CANARIN: TRAGHETTO FERROVIA


TRAMONTIN MARIO - NARDIN ALVISE




SECONDA BATTERIA


Luca "anghes " Schiavon, allenatore del Galeone di Venezia, Palio delle Repubbliche Marinare, si preoccupa un po' troppo di tenere a bada l'otto cilindri turbo-compresso, alias Giampaolo D'Este, che si ritrova a prora e probabilmente per questo motivo tiene sempre la gondola un po' troppo "premando" tanto che alla distanza tende ad avvicinarsi sempre di più alla riva sfiorando prima una valesana, poi il vaporetto ormeggiato a San Silvestro ed alla fine portando il remo di Giampaolo sotto il fondo del motoscafo dei Vigili Urbani causando il ritiro dell'equipaggio. Vince il rosso comunque in vantaggio al momento del ritiro della gondola numero uno. Per Marco "paste" Lazzari e Massimiliano Beltrame, interuttori spenti all'altezza del Palazzo della Prefettura.




COLLAVINI JOSKA - RUSCIANO SAID




4 - CELESTE: TRAGHETTO DANIELI


LAZZARI MARCO - BELTRAME MASSIMILIANO




1 - BIANCO: MOLO SAN MARCO - RITIRATO


SCHIAVON LUCA - D'ESTE GIAMPAOLO




TERZA BATTERIA


Roberto Dal Gesso, e Leone Mao: il primo con un gran passato tra i giovanissimi culminato con la conquista della seconda piazza alla regata dei SS: Giovanni e Paolo ed un titolo di vice Campione d'Italia di canottaggio, il secondo con un paio di bandiere blu in coppia con Luca "muzato" Quiantavalle ed una bandiera bianca con Rudi Vignotto alla Regata Storica dei gondolini, conquistano di un'incollatura, alla sprint odierna, il secondo piazzamento a discapito dell'arancio di Fabio Zangrando e Michele Zennaro che sicuramente non sfigurano. Non c'è stato nulla da fare però contro la lunga, inesorabile, misurata ed intelligente progressione di un'altro giovanissimo atleta, Sebastiano Dalla Toffola, vincitore dell'ultima Regata dei SS. Giovanni e Paolo su gondole ad un remo e Redentore su pupparini guidato dall'espertissimo buranello Fabio "el giapponese" Zane. Merito di quest'ultimo, la lenta conquista del centro canale a trovare il filo del crescentino che aiutava la sua gondola marron a portarsi in testa ed andare in finale.



9 - MARRON: TRAGHETTO SAN TOMA' ( Q )


ZANE FABIO - DALLA TOFFOLA SEBASTIANO




7 - ARANCIO: TRAGHETTO RIVA DEL CARBON


ZANGRANDO FABIO - ZENNARO MICHELE





8 - ROSA: TRAGHETTO SANTA SOFIA


DAL GESSO ROBERTO - MAO LEONE



F I N A L I S S I M A



video


Beh, Andrea Bertoldini e Renatino Busetto ci scuseranno ma togliamo un po' di spazio ai vincitori per regalarlo alla giovanissima coppia sorpresa della "Sprint Telethon": Joska Collavini e Said Rusciano. Il primo non ha partecipatito a molte regate tra i giovanissimi ma sotto la guida di Rudi Vignotto è esploso quest'estate alle eliminatorie dei SS. Giovanni e Paolo. Ha portato a casa il miglior tempo assoluto appioppando ben 54" a colui che negli anni precedenti è arrivato primo e poi secondo alla regata ad un remo: il gigante di treporti Gabriele Lazzarini. In quella gara Joska spezzava il remo alla prima palata e comprometteva così la sua performance conquistando comunque un'onorevole quinto. Said invece, pupillo ed allievo da sempre di Gianfranco "crea" Vianello, è atleta con molta esperienza tra i giovanissimi, categoria nella quale ha fatto incetta di ottimi piazzamenti e vittorie in coppia prima con Dario Massaro e poi con Samuele Busetto. Oggi hanno fatto un figurone mettendo a dura prova il vigore atletico dei vincitori. Nel video potrete sentire il giudice d'arrivo dare gli stop e valutare il tempo che intercorre tra il primo arrivato, il verde ed i secondi, il rosso. Remiera Casteo è veramente contenta della prestazione dei suoi atleti. Per quanto riguarda questa finale, da sottolineare la grande esperienza di Andrea Bertoldini che gatton gattoni dalla riva di destra si è portato sempre più a centro canale, comprimendo verso sinistra, sempre nei limiti della regolarità, le altre due gondole e mettendo un po' di paura per un'eventuale collisione al poppiere del rosso. Dalla Toffola e Zane non si sono potuti esprimere al cento per cento in quanto nel rush finale si sono trovati schiacciati sotto riva ed hanno avuto pochissimo tempo di recupero tra l'eliminatoria e la finale.




6 - VERDE: TRAGHETTO SS. TRINITA'


BERTOLDINI ANDREA - BUSETTO RENATO




5 - ROSSO. TRAGHETTO SAN BENETO


COLLAVINI JOSKA - RUSCIANO SAID




9 - MARRON: TRAGHETTO SAN TOMA'


ZANE FABIO - DALLA TOFFOLA SEBASTIANO












JOSKA COLLAVINI E SAI RUSCIANO

Nessun commento: