domenica 11 dicembre 2016

30° MEMORIAL "LILO VERONESE" & 1° MEMORIAL FABIO COLLAVINI "EL ROSSO" - DOMENICA 11 DICEMBRE 2016: IL RESOCONTO























di Massimo Veronese


Grande successo di partecipazione e pubblico nonostante il grande freddo che ha fatto da scenario al 30° Memorial "Lilo" Veronese, classica prenatalizia che quest'anno, purtroppo, si è dovuta gemellare con il 1° Memorial Fabio Collavini "el Rosso", anche lui socio fondatore ed atleta prematuramente scomparso all'età di cinquantaquattro anni lo scorso inverno. Per la regata in questione che negli anni si è svolta su gondole a due e quattro remi, pupparini, caorline ed ha sempre avuto concorrenti campioni-amici di "Lilo" a dare lustro al suo ricordo, fino ad esser risultata rivincita della storica su gondole in bacino San Marco, si è voluto mantenere la formula del campione/regatante di "serie b" per la composizione degli equipaggi. Scelta che si è rivelata azzeccata sia per il fascino dell'imbarcazione su cui si è disputata, il gondolino, sia per il ludico avvicinamento di chi spera di raggiungere "il canalazzo" o comunque le regate comunali, a chi tale scopo lo ha gia raggiunto. Per quanto riguarda la gara in particolare, si è trattato di una regata che ha regalato emozioni dal primo all'ultimo metro! Gianni Busetto ed il suo mitico "cofaneto col nove e nove", dall'alto del suo mestiere riesce a tirare perfettamente il cordino nonostante una "dozana" da paura. Perfetti l'allineamento e la partenza data alle 10:30 in punto dal giudice comunale Luca Macchion, occasione unica anche per lui nel fare esperienza per la sua recente e non facile attività di arbitro di voga veneta. Approfittano subito i numeri sotto le bricole: "Patatina"-Gaburro e "Ulisse"-Vito Redolfi Tezzat ma anche i Tobia al quadrato e "Pippo"-Zennaro. Gli altri sotto riva fino alla "baracca" dove avviene la resa dei conti con i due cortei che si contendono il giro del palo "al campo", di forza, un braccio di ferro che li porta attaccati al "voltacanal". E' stata come una sbocciata al biliardo della quale hanno approfittato Barzaghi-Gallo, Ghigi-Jacopo Colombi, Zennaro-Trevisanello, Pagan-Barina e "Patatina-Gaburro" perdono la testa della gara, loro fino a pochi attimi prima. A questo proposito il mio personale ringraziamento a Vito, Paste e chi è stato danneggiato durante il giro del palo per non aver dato "troppo" in escandescenze, aver capito che si trattava di una regata ricordo ed aver accettato in maniera composta il verdetto della iella. Ma i colpi di scena si susseguono con l'andare della gara e l'avvicinamento alla linea d'arrivo predisposta presso la sede della Remiera Casteo, anche perchè c'era Canal delle navi da percorrere per un lungo tratto con tutti gli handicap in termini di tecnica e moto ondoso che solo lui sa sbatterti sui denti. E difatti proprio sul rush finale, Barzaghi-Gallo stanno sciaguratamente sotto le bricole mentre Colombi-Ghigi, increduli, si ritrovano a godere del centro canale e di tutto il corredo in km/h che il "dozanon" gli regala! Durante le premiazioni il ricordo del "Rosso", ex gondoliere, da parte del presidente dei bancali Aldo Reato che consegna al figlio Joska una targa a ricordo dell'amico recentemente scomparso. Come al solito tutti sono stati premiati con una bella magnum di prosecco e sono stati estratti a sorte dodici buoni valevoli per altrettante cene per due persone. A riguardo vogliamo ringraziare i ristoranti che hanno collaborato a rendere ancora più piacevole la più classica delle invernali: Trattoria ai Tosi, La luna sentada, All'orto dei mori, Ostaria ai Assassini, Hostaria da Franz, Ristorante al Colombo, Ristorante Feluca, Al nuovo Galeon, Ristorante alle Collonnette, Ristorante Al vecio portal, Al Graspo de ùa e Cantina San Marco. Un grazie da parte delle famiglie Veronese e Collavini a Gianni Busetto, Dino Righetto, ad Aldo "Forner", Luca Quintavalle, Luca Macchion, al fotografo Michelangelo Feletto Renatino e Roberto "Armaroni" e non ultima Sibilla, per la gratuita collaborazione offertaci. Che dire a voi regatanti ed appassionati protagonisti dell'evento? E' nostra speranza aver profuso un impegno sufficiente nel tentativo di avervi accolto nel migliore dei modi ed avervi fatto tornare a casa soddisfatti per aver partecipato ad una manifestazione veneziana all'ombra del ricordo dei nostri cari "Lilo" e "Rosso", in onore dei quali avete regalato lustro tramite la vostra presenza, il vostro sudore e la vostra correttezza rendendo meno faticoso, a noi parenti ed amici più stratti, il dolore per la loro prematura scomparsa: grazie!


LA FOTOCLASSIFICA


4 - CELESTE
COLOMBI JACOPO - GHIGI LEONARDO
 


 
7 - ARANCIO

BARZAGHI FABIO - GALLO LIVIO


 
3 - VIOLA
SECCO ALESSANDRO - GABURRO ALESSANDRO


 
6 - VERDE
BARINA SILVESTRI TOBIA - PAGAN TOBIA


 
5 - ROSSO
ORTICA ANDREA - COLLAVINI JOSKA



1- BIANCO
ZENNARO EUGENIO - TREVISANELLO PIPPO




7 - MARRON
REDOLFI TEZZAT VITO - MARCHESINI PIERFRANCESCO



 
2 - CANARIN
COLOMBO MATTIA - FRANZATO MARCO


 
8 - ROSA
DELLA TOFFOLA SEBASTIANO - LAZZARI MARCO



TRE MOMENTI DELLE PREMIAZIONI:
ALDO REATO, PRESIDENTE DEI BANCALI, CONSEGNA UNA TARGA A JOSKA COLLAVINI IN MEMORIA DEL PAPA' FABIO "EL ROSSO" E LA CONSEGNA DELLA MAGNUM A PIU' STRETTI COLLABORATORI GIANNI BUSETTO E DINO RIGHETTO



1 commento:

Anonimo ha detto...

Ciao Massimo neanca un video dea regata? Ciao Valter