domenica 29 maggio 2016

1^ REGATA SPRINT IN CANAL GRANDE "GRASPODEUA" DOMENICA 29 MAGGIO 2016: IL RESOCONTO













di Massimo veronese




"I campioni della regata storica di sono sfidati in Canal Grande per spettacolo e per stimolare i giovani a questa tradizione della grande Venezia: la voga veneta! Un grazie agli sponsor, all'amministrazione comunale e all' associazione regatanti". E' questo il commento alle foto della manifestazione postate sui social network da "Fasù", al secolo, Luca Ballarin. Nomi e cognomi di chi ha voluto tutto questo assieme ad Assoregatanti: famiglia Mazzetto del GRASPODEUA, rappresentata da Alessandro! Imprenditori stratensi che da quasi un ventennio anni fanno impresa nella nostra città, della quale si sono innamorati. E si sono innamorati della voga veneta e dei valori intrinsechi che la stessa rappresenta, delle regate, delle varie manifestazioni, dei suoi campioni ma specialmente dei giovani che ne erediteranno le peculiarità e prima o poi dovranno sostituirli nei campi di gara. Si sono legati a questa passione partecipando economicamente e con la loro presenza alla realizzazione di eventi comunali nonchè delle micro realtà rappresentate dalle remiere. E apportando piccole novità alle quali altri avrebbero dovuto pensare. Un esempio su tutti le premiazioni a terra delle regate comunali con tanto di podio e stappo di prosecco, al fine di avvicinare a tutti le star del nostro sport. Dimenticati, e non si sà perchè non interpellati, dall'amministrazione comunale durante l'ultima stagione remiera, nonostante l'atavica penuria economica in cui versa la gestione di "regate e tradizioni". Fattostà che stamattina si è disputato un evento in Canalazzo voluto da "Ale" Mazzetto e dal presidente di Assoregatanti Gaetano Bregantin, una sfida sprint tra campioni, uno spettacolo da leccarsi i baffi per appassionati e non, una serie di regate disputate al fine di avvicinare i giovani a questo sport. Tra le altre cose c'è stata una raccolta di fondi tramite il coinvolgimento di nuovi sponsors, "amici" imprenditori di "Ale" che non ci hanno impiegato più di mezzo secondo a dare il loro apporto avvallando lo scopo del loro intervento: "consumare" i proventi per mettere a disposizione remi e forcole come premio per le regate di giovani, giovanissimi e "maciarele"! Un grazie quindi a PROPLAST di Bolzano, HOTELSCLICK di Mestre, CLIDEMA IMPIANTI di Dolo, DETTAGLI URBANI di Arzrgrande (PD), 2R CONTRACTontract di Cerea (VR), AVA Associazione Albergatori


Per quanto riguarda il lato puramente sportivo dell'evento, si è trattato di una regata sprint di 500 metri tra Cà Foscari ed il Traghetto di Riva del Carbon vicino al Municipio. La gara si è disputata dai campioni della voga veneta su gondole a due remi tra i quali un rappresentante dei giovanissimi, Mattia Vignotto che ha vogato in coppia con papà Rudy. Per pura nota folcloristica e piccola soddisfazione per Mattia, facciamo notare che il giovanissimo, pur non qualificatosi per la finale, è riuscito nell'impresa di metter dietro gli eterni secondi della storica: Andrea Bertoldini e Martino Vianello. Sono state effettuate tre batterie eliminatorie i vincitori delle quali si sono sfidati in un'appassionante finale vinta da Donà-Ballarin. Presenti alla manifestazione, oltre i rappresentanti dei vari sponsors, il presidente del Coordinamento delle remiere nonchè consigliere comunale con delega alle regate ed alle tradizioni Giovanni Giusto, i re del remo Palmiro Fongher e Gianfranco Vianello "Crea", il grande campione del passato, l'olimpionico di Tokyo sull'otto con, Giuseppe Schiavon "Bufalo", il presidente ed il segretario di Assoregatanti Gaetano Bregantin e Marino Almansi ed il giudice di gara Luca Macchion. Concludiamo dicendo che la regata è stata disputata con tutti i crismi atti a garantire la sicurezza degli atleti tramite l'intervento di apposite ordinanze comunali che stabilivano il blocco della navigazione nel tratto di Canal Grande interessato dalla regata, con l'intervento di pattuglie di vigili urbani. Un ringraziamento anche ai gondolieri del Traghetto Riva del Carbon che hanno messo a disposizione le loro strutture. E la parola ad Alessandro Mazzetto:

"Massimo scherzando mi chiama "el campagnolo" ma essendo nato a Stra mi vanto di essere veneziano a tutti gli effetti e dopo diciotto anni che vivo, lavoro e mi espongo appassionatamente per le tradizioni nel centro storico, mi reputo veneziano doc! E' la verità, amo venezia da quando sono piccolo, forse qualche doge quando veniva a villeggiare in campagna in una delle tante splendide ville della Riviera del Brenta ha lasciato un segno! Il mondo della voga veneta che amo così tanto è in serio pericolo di estinzione: amministrazione, sponsors, regatanti, appassionati, remiere devono lottare assieme perchè cio non avvenga. Perdremmo troppo in termini di storia. Dobbiamo essere uniti, lasciarsi scivolare addosso beghe e faide tra regatanti e tifoserie, lavorare all'unisono per mettere solidi terrapieni a sostenere il nostro mondo, infondere nel cuore dei giovani la voga veneta. Mi impegno da subito a sfruttare i miei agganci a livello imprenditoriale per trovare fondi da usare per portare eventi spettacolari e di durata inferiore all'ora come questo, in giro per la città, per le isole, per le cittadine della gronda lagunare, per le zone dove operano le società remiere di terraferma. Da Mestre a Concordia, alla laguna maranese, Cavallino Treporti, Grado etc... Bisogna creare curiosità, nuovo interesse, passione, e per farlo servono i big che si sono dimostrati disponibili. Giovani, giovani, giovani e spettacolo . La voga come lo sport in generale insegna ai giovani le regole della vita in modo naturale . Si vive la natura, si respira l'aria della laguna, si vedono tramonti o l'alba. In pratica SI VIVE E TI FA SENTIRE VIVI  . Gli insegnamo che con il sacrifico e la costanza ci si può divertire e far divertire oltre che dare continuità alla tradizione".

























CLASSIFICA FINALE 
video


 
2 - CANARIN
 DONA' FABIO - BALLARIN LUCA "FASU'"


 3 - VIOLA
 D'ESTE ALVISE - ROSSI MAURIZIO "SUSTIN"


 
8 - ROSA
 DELLA TOFFOLA SEBASTIANO - BARINA SILVESTRI TOBIA





1^ BATTERIA DI QUALIFICAZIONE
 PASSANO IL TURNOD'ESTE ALVISE-ROSSI MAURIZIO

video 


 
3 - VIOLA
 D'ESTE ALVISE - ROSSI MAURIZIO "SUSTIN"


 
6 - VERDE
 MARZI GUGLIELMO - SABBADIN TIBERIO
 


 
9 - MARRON
 PAGAN GIULIANO - DE POLI ALESSANDRO "PASTAZUTA"





2^ BATTERIA DI QUALIFICAZIONE
PASSANO IL TURNO FABIO DONA'-LUCA BALLARIN

video

 
2 - CANARIN
 DONA' FABIO - BALLARIN LUCA "FASU'"


 
4 - CELESTE
 SECCO ALESSANDRO "PATATINA" - BREGANTIN GAETANO


 
7 - ARANCIO
 ORTICA ANDREA - ALLEGRETTO DAMIANO




3^ BATTERIA DI QUALIFICAZIONE
PASSANO IL TURNO DELLA TOFFOLA-BARINA SILVESTRI

video

 
8 - ROSA
 DELLA TOFFOLA SEBASTIANO - BARINA SILVESTRI TOBIA


  
1 - BIANCO
 VIGNOTTO RUDY - VIGNOTTO MATTIA


 
5 - ROSSO
 BERTOLDINI ANDREA - VIANELLO MARTINO

5 commenti:

Anonimo ha detto...

I regatanti snobbano le remiere di cui si servono solo per potersi allenare. Quando era nata la regata delle remiere in storica, che dava un minimo di presenza a queste società, che volente o nolente sono la vera ossatura della voga alla veneziana, molti regatanti sono insorti contro questa iniziativa che sembrava ledere la loro egemonia nel giorno della storica, ottenendo di allontanare nel disinteresse, quelle persone che rappresentavano la base della voga. Ora siamo vicini alla fine delle regate, senza pubblico e soprattutto senza sponsor, ma con la soddisfazione di veder gareggiare nel giorno della festa della voga alla veneziana, equipaggi sul galeone delle università, che personalmente trovo fuori luogo e inopportuni e che certo non rappresentano la tradizione veneziana, con il consenso dei vari giornalisti "laureati" (forse) e degli eminenti rettori universitari. Ma le regate si terranno lo stesso, magari a gratis e poco importa se non ci saranno campioni prezzolati.....ci saranno campioni a pochi soldi di spesa e soprattutto ci saranno i galeoni universitari.....AUGURI....

Luca Ballarin "fasù" ha detto...

Ma chi ti ze???

Polisportiva portosecco ha detto...

Non tutti i regatanti sono uguali..se la gara delle remiere in storica non e piu stata fatta bisogna ringraziare il comune e alcuni assesori che fanno promesse non mantenute. Noi a portosecco ogni anno organizziamo una gara con campioni e bambini e devo dire che sono sempre disponibili a costo zero...quest'anno abbiamo ben 12 caorline due campioni e quattro bambini.. Cmq il problema non sonno loro se alcune regate non vengono piu fatte ma e il comune che alle remiere impone affitti assurdi e non a TUTTI. .e ci aiuta poco per insegnare ai piccoli e sponsorizzare regate per loro..

Anonimo ha detto...

Le remiere sono la vera base della voga alla veneziana, è in questi posti che persone anonime ed insignificanti, spendono il loro tempo ad insegnare ai bambini, sperando di riuscire a trasmettere loro la passione necessaria per farli diventare i campioni di domani. I campioni vogano solo per il loro interesse e tornaconto. Io non ho MAI visto un campione perdere un minuto, per qualcuno che non fosse il proprio figlio o nipote. Ora hanno ridotto i premi e i regatanti stanno abbandonando la scena. Non si era mai vista un'annata come questa, dove partecipano alle regate comunali, vogatori da regata sociale che faticano a ricoprire il ruolo delle imbarcazioni senza eliminatorie. E IL PEGGIO DEVE ANCORA VENIRE. In compenso avremo in canal grande I GALEONI UNIVERSITARI DI TUTTO IL MONDO....E LE BISSE DEL GARDA. AUGURI....

Polisportiva portosecco ha detto...

Non riesco a capire chi sei ma su una cosa ai ragione le remiere sono la vera base composte da persone che sacrificano molto tempo per i piccoli...per i galeoni e le bisse del garda penso sarebbe giusto lasciarli a casa e incentivare di piu le gare dei piu piccoli... ma ti faccio un invito ufficiale da parte della polisportiva portosecco per 11 giugno...a te e alla tua famiglia, cosi vieni a vedere come i campioni si adattano ai bambini anche se non sono i suoi figli.. Ti aspetto....