mercoledì 24 giugno 2015

2° MEMORIAL AUGUSTO "PAPETO" VIANELLO - SABATO 20 GIUGNO 2015: IL RESOCONTO



SE RICHIEDONO PASSWORD INSERIRE: remieracasteo








Che dire? Grazie, grazie a tutti! Grazie ai piccoli regatanti delle remiere di Chioggia, di Castello, della Giudecca, di Cannaregio. A Pietro, Giulia, ai due Filippo, Marco, Agata, Ivan, Mattia,Sara e tutti gli altri.  Grazie a tutti i campioni che con la loro presenza hanno dato lustro alla commemorazione ed al ricordo del nostro presidente di una vita, fondatore e anima della Remiera Portosecco: Augusto "papeto" Vianello.  Da Fabio Donà a Franco Dei Rossi "strigheta", dagli "armaroni" al completo, Gianni, Roberto, Samuele e Renatino Busetto a Luca "muzato" Quintavalle e Gaetano Bregantin, Guglielmo Marzi, ai fratelli Ceciliati, Alessandro Gaburro, Roberto "casablanca" Fagarazzi, Gianluigi Fongher, Alessandro Secco, Federico e Claudio Busetto alias "i puffi" junior e senior! Grazie a loro per aver capito che questa festa per noi di Remiera Portosecco era qualcosa di particolarmente sentito e per questo hanno voluto esserci vicini. Tutto è cominciato con la messa a mare dei sandoli a quattro remi, le imbarcazioni scelte per disputare la regata con equipaggio formato da due campioni e due ragazzini. Cose fatte con professionismo a partire dalla chiamata dei giovani poppieri responsabili di ogni barca che hanno sorteggiato i numeri d'acqua e ascoltato le direttive della giuria atte ad una condotta leale e corretta della regata. Percorso che si è snodato da "Ponta bale rosse" lungo la riviera di Portosecco con ritorno all'altezza della nostra sede. Per la cronaca ha vinto l'arancio dei Gaburro-Secco junior e senior ma più che la classifica, vorrei mettere in evidenza due fatti: la cattiveria sportiva di grandi e piccoli durante la gara e, terminate le premiazioni, lo scambio di bandiere, di qualsiasi colore siano state, che c'è stato tra tutti i regatanti. A condurre il rito delle premiazioni il presidente di AssoRegatanti Gaetano Bregantin, Alfio, il figlio di "Papeto" e Federico Rosada attuale presidente di Remiera Portosecco. E' stata una gran festa ma non sono mancati i momenti toccanti. Il ricordo di augusto, la consegna di modellini di forcole ai regatanti più piccoli, la consegna delle bandiere verdi al sottoscritto ed al mio compagno Fabio Donà, a parziale risarcimento di quelle della regata storica 2012 "scippate" da un incidente causato dalla barca della giuria, la consegna di una bandiera rossa a Franco Dei Rossi  con su scritto "1° - Bruno Strigheta", in ricordo della recente scomparsa del super campione. Venti chili di sardoni marinati, più di un quintale di "peoci saltai" e ripieni, dieci chili di spaghetti coi peoci, frittura mista a "uffe" e grandinata di bussolai buranelli. Ah! C'erano cento bottiglie di prosecco...ne sono avanzate quattro: "mancomal"! Evviva "el papeto"!



SE RICHIEDONO PASSWORD INSERIRE: remieracasteo




1 commento:

Roberto ha detto...

Come mai non erano presenti i Vignotto e D'Este-Tezzat?