lunedì 30 giugno 2014

REGATA DEI SS GIOVANNI E PAOLO - DOMENICA 29 GIUGNO 2014: I RESOCONTI




 GIOVANI UNDER 25 SU GONDOLE AD UN REMO

SU FACEBOOK LE 288 FOTO DI MARCO DEI ROSSI...VAI...!!!








di Massimo Veronese



Fossimo stati a Holliwood, la città del cinema, i reporters del Los Angeles Times, Washington Post e U.S.A. Today, avrebbero sguazzato tra i contenitori dei caratteri cubitali per mandare alle loro rotative titoloni del tipo: è nata una stella, Nicola Ballarin da Pellestrina! Non un gigante da un metro e novanta con quarantotto centimetri di bicipite cui basterebbe buttarsi sopra il remo con tutto il peso del suo corpo per fare la differenza, ma il chiaro esempio di come un'atleta dal fisico "normale" sia riuscito a trasformare tecnica sopraffina e tenacia negli allenamenti in armi vincenti per perseguire ed ottenere il risultato di una meta prefissata e programmata. Un pò come Pietro Mennea che con i suoi 50 kg "da bagna' ", spezzava le reni agli sprinters col super-fisico da culturista. Carattere introverso, giovane dai tratti gentili, umiltà che traspira da tutti i pori, timidezza perfino nel ricevere i complimenti da avversari e amici, questo è Nicola. "Massimo, nulla da dire, ha vogato più forte di me", sbotta Alvise D'este mentre a fine regata ci riparavamo dalla pioggia sotto un ponte. Il favorito della viglilia, il già vincitore con mezza regata di vantaggio dell'edizione 2013, aspetta chi lo ha battuto in Riva dei Mendicanti. Con un martello in mano! Non per scagliarglielo contro, l'aveva appena usato per disarmare la gondola. Voleva solo fargli i complimenti con i rispettivi padri che per motivi opposti erano con gli occhi pieni di lacrime. Fair play, rispetto, sportività da parte di tutti. Doti rare di questi tempi... 

 










Davide Gusso. Viste com'erano andate le cose l'altranno, era considerato la punta d'ariete con cui abbattere i pesanti portoni di quella che sembrava essere la fortezza inespugnabile di Alvise D'Este, quello che doveva portargli via il feudo di cui era il signore assoluto da un paio di stagioni. Durante l'ultima invernata ce l'aveva messa tutta il caorlotto per migliorarsi e salire verso i piani alti del buranello. "Sò ndà in autoscontro durante la regata sinò no saria rivà doman. Me so preparà ben e duramente", ci confida Davide. Chiude incredibilmente settimo. Desta un pò di stupore ma mi piace e sono contento per la quarta piazza di "Lupociccio", al secolo, Alvise Nardin! Lo stravagante erede di una grande dinastia di regatanti, il "fiosso" o apprendista gondoliere che dir si voglia è una forza della natura ma non ama allenarsi troppo: "no go tempo, mia morosa me tol eà vita, ea me vol sempre co ela, cossa gojo mi de cussi special, cossa ghe fasso a ste done?" E prosegue: "voglio dedicare la bandiera al mio amico Tobia Pagan per le conseguenze della disavventura capitatagli durante l'ultima Regata de la Sensa, infortunio che lo terrà fermo ancora per parecchi mesi". Ma non riesce a sopravanzare il suo omologo del Bacino Orseolo, un'altro giovanottone che sfiora il metro e novanta, un'altro che "se mia nona gavesse e rode...", un'altro che dovrebbe dedicarsi con più passione alla voga veneta, che dovrebbe capire che potrebbe essere un potenziale candidato al ricambio generazionale: Riccardo Caenazzo! Conquista eccitato la verde sotto casa sua, con tutti i parenti a far tifo dalle finestre che guardano verso Fondamenta Nove. Arriva quinto il compagno del vincitore, Andrea Rosada. Verrà squalificato probabilmente per scorrettezze nei confronti della gondola rosa. Leo Ghigi col viola vince la lotteria dei refoli di vento, che più che refoli erano pargoli di trombe d'aria, sull'arancio di Federico Busetto, "puffetto", figlio d'arte e giovane consigliere di Assoregatanti e sul forte "provino" di Treporti Alberto Berton che sta pian piano riemergendo dopo la pausa post categoria giovanissimi nella quale si è tolto parecchie piacevoli soddisfazioni. E frà quindici giorni Nicola Ballarin salirà in paradiso, nell'olimpo della voga. Regaterà là dove solo pochi arrivano, in quella che personalmente considero la regata delle regate, quella che consacra un grande atleta trasformandolo in campione la cui memoria verrà tramandata ai posteri: la Regata di Murano! Questo sarà il vero premio per la sfida vinta ieri. Quando sarà al cordino il cuore gli batterà a mille, le pulsazioni gli faranno sentire strette le maniche, le gambe diventeranno di mollica, si metterà a ballare il twist per nascondere la tremarella, il cuore salirà in gola e gli toglierà il respiro, si chiederà cosa faccia là, in mezzo ai mostri sacri, proprio lui che fino a due anni fà gareggiava tra gli under 18! Chiudi gli occhi Nicola, non pensare a nulla, fà quello che sai fare e come diceva qualcuno: comunque vada...sarà un successo! In bocca al lupo!

Per  concludere vorrei spendere due parole di elogio e di ringraziamento ad Alessandro Mazzetto del Ristorante Al graspo de ùa per la passione nel seguire dal canto suo ed a modo suo il mondo della voga veneta. Sempre pronto nell'aiutarla economicamente sia con iniziative dove si espone in prima persona sia nel prodigarsi a trovare gli appoggi giusti atti a sponsorizzarla in termini di premi e quant'altro per i regatanti. Ultima sua crociata, il convincere l'associazione  veneziana albergatori  ad essere presente nel nostro mondo. Il primo passo è il dono di un soggiorno all'hotel Villa Park di Bibione che A.V.A. metterà a disposizione di tutti i vincitori delle regate comunali del 2014. El trevisan!



LA CLASSIFICA



 
1 - BIANCO
 BALLARIN NICOLA



2 - CANARIN
 D'ESTE ALVISE



6 - VERDE
 CAENAZZO RICCARDO



4 - CELESTE
 NARDIN ALVISE



3 - VIOLA
 GHIGI LEONARDO



7 - ARANCIO
 BUSETTO FEDERICO




8 - ROSA
 GUSSO DAVIDE




5 - ROSSO
 BERTON ALBERTO



SQUALIFICATO

9 - MARRON
 ROSADA ANDREA









UOMINI SU PUPPARINI A DUE REMI

SU FACEBOOK LE 288 FOTO DI MARCO DEI ROSSI...VAI...!!!


  

LA CLASSIFICA 


8 - ROSA


BUSETTO ALBERTO - VIANELLO MICHELE
 




 6 - VERDE

COLLAVINI JOSKA - ORTICA ANDREA







 5 - ROSSO


CARRETTIN CLAUDIO - VIANELLO GIANLUCA
 




 
3 - VIOLA

 
COSTANTINI MATTIA - LAZZARINI GABRIELE




 
2 - CANARIN

 GREGOLIN RUDY - ENZO GIOVANNI




9 - MARRON

MACCHION LUCA - ZANCO ANDREA



 4 - CELESTE


  SALVIATO RICCARDO - MOLIN MAURIZIO
  




7 - ARANCIO


ROSSI STEFANO - ALLEGRETTO DAMIANO

 
SQUALIFICATO

1 - BIANCO


  BUSETTO NICOLA - LOMBARDO LUIGINO



2 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao massimo volevo sapere cosa ne pensi tu e cosa ne pensa chiunque voglia commentare su una questione.
Dopo le remate sugli stinchi e i voli alla superman della sensa ieri abbiamo assistito ad una nuova specialità made in under 25 e cioè il placcaggio della gondola, con il regatante della gondola rosa che dopo 7 8 minuti di gara si e ritrovato ogni 3 vogate o col remo bloccato o addirittura con un ferro di una gondola sulla schiena pur di non farlo vogare.
Non è il caso, visto che i campioni della serie A non danno proprio il buon esempio e che i giudici sono quel che sono, che cominciamo noi tutti appassionati e frequentatori delle remiere a fare un po di autocritica e trasmettere a questi giovani e futuri campioni dei valori un po piu sani e sportivi del "vaghe dosso!"?
Marco

Elkenia ha detto...

claro ke si!!! :-)