mercoledì 17 luglio 2013

CONSIGLIO DIRETTIVO STRAORDINARIO ASSOREGATANTI: GIOVEDI' 18 LUGLIO 2013 - ORE 20:00





! ! ! A T T E N Z I O N E ! ! !

PER I REGATANTI DI OGNI CATEGORIA


E’ indetta una convocazione straordinaria del consiglio direttivo dell’Associazione regatanti per giovedì 18 luglio 2013 alle ore 20.00 presso la palestra della presidente Rogliani a San Giobbe (ai piedi del ponte dei Tre Archi.) Poiché all’ordine del giorno vi sono le iniziative da intraprendere in occasione delle regate del Redentore alla luce delle innovazioni a suo tempo proposte (consegna delle fasce al sabato da parte del Patriarca, di fronte alla Chiesa del Redentore; premiazioni a terra; leggera modifica del percorso) ed alla luce dell’atteggiamento non collaborativo ed anzi ostruzionistico da parte delle Autorità responsabili, la riunione è allargata a tutti gli atleti (giovanissimi, uomini su pupparini e campioni su gondole) entrati nel ruolo delle regate del Redendore, ai fine di individuare una strategia condivisa di iniziative che consentano di richiamare l’attenzione dell’amministrazione sul mondo delle regate, un patrimonio della città che chi dovrebbe provvedere alla sua tutela sta lasciando morire. Data l’importanza della riunione, nell’interesse e con la passione che ci accomuna per questo nostro sport, Vi invitiamo tutti a sacrificare un’ ora del Vostro tempo intervenendo alla riunione. La Presidente dell’Associazione regatanti





Gloria Rogliani 
 (Presidente dell’Associazione Regatanti) 


13 commenti:

MAZORIN ha detto...

Apprendo oggi dalla notizia del Gazzettino che oltre alle promesse del Sindano NON MANTENUTE nell'incontro che precedeva la Regata della Sensa, cade sulla Regata una sentenza prepotente dell'Amministrazione che per quanto possa essere o meno corretta non è assolutamente COERENTE, prima di tutto perchè priva la partecipazione dei due equipaggi protagonisti e poi perchè questo Comune ha toccato il fondo. Non se ne può più. Allora se questi signori hanno deciso che le regate non le vogliono più organizzare, considerato che per loro è solo un costo io propongo che dopo questa prepotente presa di posizione da parte loro se vogliamo vogare organizziamoci da soli le Regate e togliamo di mezzo questi prepotenti faccendieri che costano tanti soldi e non hanno alcuna capacita manageriale ed organizzativa. Le regate organizziamocele noi e le facciamo con le barche private ma SENZA DI LORO E OGGI STESSO COMUNICHIAMO A QUESTI SIGNORI CHE PER NOI LA STAGIONE REMIERA FINISCE QUI. ASTENIAMOCI TUTTI DAL PARTECIPARE ALLA REGATA DEL REDENTORE ED ALLE PROSSIME EDIZIONI DELLE REGATE SUCCESSIVE. VEDRETE CHE COMINCIERANNO AD ESSERE PIU' RAGIONEVOLI. DOMENICA TUTTI AL MARE E CHE LA REGATA SE LA FACCIA IL SINDACO CON A PRUA I SUOI DIRIGENTI E GIUDECE L'ASSESSORE AL TURISMO. ADESSO BASTE UNA VOLTA PER TUTTE.

Elkenia ha detto...

Qualcuno forse ricorderà un' aasemblea dei soci dell'Ass. Regatanti di quest'inverno. Intervenni in modo aggressivo proponendo di metterci di traverso sui binari dell'amministrazione dopo l'ennesimo tentativo di tagli finanziari al mondo delle regate. La proposta dell'ufficio referente era quella, visto che avevano toccato il fondo coi tagli sui premi,di eliminare integralmente un paio di regate da scegliere tra Mestre, Malamocco, SS. Giovanni e Paolo, Sant'Erasmo!!! Proposi insistentemente di eleggere un nuovo consiglio direttivo di Assoregatanti con nomi forti ed unito e questo è stato fatto. Ma per gli atteggiamenti intrasigenti da me proposti fui rabbonito... Il risultato è stato quello di esser stati snobbati da un sindaco che ha reiteratamente posticipato gli incontri chiesti per poi ricevere i nostri rappresentanti il sabato vigilia della prima regata della stagione... E poi gli eventi di queste ultime due setttimane culminati coi fattacci del dopo Malamocco. Risultato? "Ghe gavemo dà el deo e i sà tolto el brasso"!!! Ora, con l'acqua alla gola, questa assemblea dove sicuramente a tutti sarà consegnato un fucile per combattere... "sarò anca vanaglorioso ma...semo drio far adesso queo che gavevo proposto sinque sie mesi fà"!!! Spero che stavolta si dia poca retta a chi vuole ancora mediare! Un professionista del remo che vince "Murano" non può guadagnare 372 euro, non ci compra neanche sali minerali, maltodestrine ed aminoacidi! Fà i pieni di carburante per andare a Malamocco a fare le eliminatorie, torna con la gondola a traino magari a Burano, traina ancora per la regata, ritraina per riportarla in remiera ed il giorno dopo per Malamocco e torna a casa: "quanti schei ghe vol"? Ed il giovanissimo che vince sempre "Murano"? 66 euro! 33 l'ultimo! 17 la riserva che deve affrontare le stesse spese! "Conti dea serva"? Non credo ad una parola del dirigente di turno che me la mena con la crisi economica globale! In una città da 20 milioni di turisti l'anno in tempo di crisi? NO!!! Evito di polemizzare sui loro stipendi che non subiscono mai effetti crisi. Per questo motivo 6 mesi fà chiesi a tutti di puntare le gambe!!! A proposito di spese che i regatanti devono sostenere...un remo costa in media 250 euro ed una forcola dai 130 ai 1000...più o meno...PAGA SEMPRE PANTALON??? REGATANTIIIIII.... SVEGIAAAAAAA!!!

Elkenia ha detto...

Ah...elKenia se Massimo Veronese!!!

serenissima ha detto...

x Elkenia
Ti ga pienamente ragion, gavemo scolta i consigli e gavemo sbaglia ma adesso anca se xe tardi ghe femo veder i sorzi verdi a sti quattro magna schei de c......sti. Adesso basta. Ghe voeva tanto per capir su che strada che i ne veva portar. Mi goi da farghe da zimbelo al paron dei ristoranti cpo tanto de posio perche iori se ciapa ia grana. Ma semo sonai. Questi sono gli ultimi affari importanti del comune di venezia: Ritiro del progetto di Piero cardil Plais Lumiare perche i voeva subito 48 MILIONI de euro, vendita delle azioni della SAVE e dopo due settimane queste valevanoi una decina di milioni ed oltre in più, no stemo parlar dell'affare del Bacino ordseolo con i COIN e no stemo parlar dell'ex edificio de le Poste, e i 34 milioni de euro dea tassa de soggiorno pagada da quei che dorme qua e che vien veder anca e Regate.Parlemno de i scandali delle tangenti sugli uffici del Comune Quei schei come i vien distribuii E noialtri poveri venessiani i ne fa ia multa se taiemo sora secca per andar a far le eliminatorie. Mandemoi finalmente a "FAI" che xe sempere tardi altro che star ia a farse fotografar come i zimbeli. Ia gente che spetava ia REGATA che i se rangia col Comune ia colpa xe solo sua e de i so schei marsi che i vol spartirse tutti i anni.

San Marco ha detto...

ci tengo a portare a conoscenza l'intero mondo della voga che i premi o denari del Galeone, erogati anche per questa'anno, si aggirano sui 90 mila euro. Non hanno subito tagli come quelli per l'intera stagione remiera. Chi di voi vincesse tutte le regate dell'intera stagione remiera, sommando tutti i premi, raccoglierebbe meno della metà dei singoli componenti del galeone. Una stronzata. Non trovate? Voi siete veri veneziani, loro proprio no. Qui gatta ci cova. Uguali all'anno scorso però nessuno ne parla! Bisogna riportar el galeon a VENEXIA dove chel ze nato e dove ghe ze i campioni del remo! D'este, i Vignotto, i Busetto, i Redolfi e altri del remo devono prendersi il galeone in spalla e riportarlo in Piazza San Marco. Fanculo allenatori, assessori e delegati! I SERENISSIMI siete tutti voi e noi vi sosteniamo!

Foffano ha detto...

Caro Mazorin, ma quando squalificarono per un anno Igor Vignotto, dov'eravate Tu e l'intera Associazione Regatanti? Adesso, perchè ci sono i tuoi due pupilli di mezzo, ti è venuta la voglia di protestare e di battere i pugni sul tavolo! Propongo un nuovo regolamento.

EL DOGE ha detto...

Sono daccordo con San Marco. Cossa xe tutte queste mense cerimonie per il galeone. Certo che Venezia se vince siamo tutti contenti. Ma le regate queste che fine hanno fatto: Chi che voga in pie varda avanti e chi che voga in galeon varda indrio ma se fa pubblicità elettorale e tutti ghe magna sora. Governatori che va in vacanza co la famegia ecc ecc . QUESTI SONO I VERI SPRECHI ALTRO CHE BAE. Ga ragion Mazorin che sta volta la protesta dev'essere esemplare tutti incrocino le braccia e che le regate se le facciano gli amministratori. Noialtri Tifoisi volemo che voga i campioni perche spetemo un anno intero per veder la sfida D'este Vignotto o per veder un equipaggio novo come che xe sta ia sorpresa de Juli e Davide, dei busetto de Bertoldini, Barzaghi i Lalli e tutti quei che se ga qualificà in regata.Ia lotta de chi che sa veramente vogar. E ai pupparini che dal quinto in poi xe come che no i esistesse nianca in regata. Xe ora de finirla e noialtri tifosi per primi ve preghemo de farve sentir na volta per tutte perchè non volemo ne veder na sfilata ne veder vogar i sonai. Un anno che spetemo na gara e questa xe la sorpresa per colpa del Comune. Ti ga ragion Mazorin feve ia Regata da soli ma avisene perchè noialtri volemo veder ia Regata come che ghemo sempre visto el giorno del Redentor.

QUAQUARAQUA ha detto...

Caro mazorin (penso che ti sii Prevedeo)no vorria sbagliarme de oseo e che fusse un altro voiatie omonimo .
Ti me fa da rider quando che ti disi che cade sulla Regata una sentensa da parte dell’aministrasion comunale che no se coerente perché ze squalificai D’este e Igor Vignotto. Forse ti no ti ga sentio i insulti che D’este ghe ga fatto ai giudici dopo aver finio ia regata,ti no ti pol aver sentio parche tigeri ancora ontan da l’ arivo.Forse se ti geri ti giudice e tutti quei insulti el tei gavesse fatti a ti ,sicuramente sto commento no ti io gavarissi scritto. Mi che go sentio posso dirte che na giornada ze anca poco.
Se veniva squaifica soio Igor Vignotto ,ti te gavarissi esposto o tutto andava ben? Go l’impression che no te vada mai ben quando che i toca i to pupii,come che ga dito foffano.
IVO voga co RUDY (el ga vinto a un remo quindi in sto momento ze el vogador più forte) al Redentor che tanto vinse io stesso.

Anonimo bene informato ha detto...

Da che mondo è mondo per ottenere risultati, è più utile usare la testa che agitare i forconi. Chi agita i forconi è sempre una vittima della storia e un ignaro strumento del potere. Servono teste pensanti, ma a leggere fra i commenti se ne vedono poche. Mi stupisco che anche Veronese si associ a demolire quanto fin'ora fatto dal nuovo direttivo che sta cercando di portare iniziative per risollevare le regate e che ha impedito la soppressione della regata di Malamocco e ottenuto di evitare i tagli ai premi che il comune voleva operare.
Ma ragionare con la testa costa più fatica che agitare il forcone....

Elkenia ha detto...

..ed usarla con cognizione di causa costa ancor più fatica! Và a guardare i bandi e relativi premi degli ultimi 10 anni e poi ti accorgerai da solo che anche tu, come me, stai bene in campagna ad usare il forcone per buttare concime natuarle sulle radici delle viti...almanco nasse uà bona e tuti do gavemo servio a qualcossa!!!

anonimo bene informato ha detto...

In effetti caro Elkenia quello da te suggerito sarebbe il miglior uso del forcone...e vedrai che esaurita la foga rivoluzionaria tutti quanti torneremo a spalar merda...coi forconi spuntati.

Elkenia ha detto...

...si, và ben, tigà rajon......................

Anonimo ha detto...

Il problema della squalifica dei due regatanti non è tanto la squalifica stessa, bensì il modo, o meglio i tempi,
in cui è stata fatta.
Come si fa a squalificare due barche dopo che queste hanno fatto le eliminatorie, in questo modo si falsifica la regata e anche le eliminatorie, ne viene una regata con 8 barche lasciando libero un posto in regata (compreso di premio economico seppur modesto) che spetterebbe a Garlato De Pol se non sbaglio (io al posto loro farei almeno ricorso).
Collegandomi quindi a qualche suddetta proposta direi che se il comune mi dice che non ha soldi, e nemmeno le competenze evidentemente, per fare quello che i cittadini chiedono, il comune (l'assessorato nel nostro caso) non ha motivo di esistere, ergo si licenzi chi viene pagato per i compiti in questione e, dati ai cittadini i soldi degli stipendi (penso che un pèr de bandiere ne vien fora).
Franza