mercoledì 4 aprile 2012

X REGATA INSIEME PER RICORDARE - DOMENICA 1 APRILE 2012: IL RESOCONTO








di Massimo Veronese



Aldo Vettore, Rino De Lazzari, Antonio Campalto: tre colonne del Gruppo remiero rivierasco Mira-Oriago. Soci fondatori, anima, cuori pulsanti della Società biancazzurra. Oggi non ci sono più ma la loro presenza si sente ancora. Il loro operato ha lasciato il segno anche tra i più giovani, esempio di come ci si puo dare anima e corpo per il bene di un gruppo di amici, prima che di atleti. Ed è per questo che il nuovo direttivo ogni anno organizza la regata "Insieme per ricordare" in loro onore, in loro memoria. Ad onorarli, domenica 1 aprile, atleti dalle più disparate località: Venezia, Mestre, Caorle, Concordia Sagittaria, Meolo, Chioggia, Grado. Addirittura si sono cimentati con la mascareta gli specialisti delle Bisse del Garda provenienti da Bardolino! Tredici equipaggi si sono sfidati a cronometro in un tratto di fiume da 3200 metri sul Brenta. Un successo considerate le pessime condizioni meteo. Immancabile, dopo le premiazioni, il buffet ed il ricordo dei cari amici che non ci sono più da parte dei responsabili e delle autorità dei comuni di Mira ed Oriago sotto il patrocinio dei quali si è disputata la gara.



IL VIDEO DELLA REGATA A CRONOMETRO






LA CLASSIFICA




PAGLIARI PAOLO - PERONI CRISTIANO (19' 49".62)


PAGLIARIN LORENZO - GOZZO WILLY (19' 58".72)


GALLO LIVIO - LOMBARDO VLADIMIRO (19' 59".47)


SCALA MIRCO - NOGAROTTO MARCO (20' 22".88)


PITTERI FABIO - GALLO MARCO (20' 08".19)


VIDO EUGENIO - ZENNARO MARIO (20' 13".53)


COSTANTINI FRANCESCO - SCARPI ENNIO (20' 13".82)


BRUGNAROTTI MICHELE - CEOLIN FABIO (20' 15".10)


POLO MARCO - VISNADI WALTER (20' 19".97)


NAIDI GIORGIO - GIGLIO DARIO (20' 25".17)


BERTONCELLEI MICHELE - TACCONI FABIO (20' 52".97)


BARBIERO NICOLA - FRANCESCHI GIORGIO (20' 54".85)



RAVAGNAN ANTONIO - GUSSO DAVIDE (21' 12".41)






LA FOTOCLASSIFICA















1 commento:

solo per Paolo ha detto...

Mitico Paolo Pagliarin, con la mascareta corre come con il camion, solo che dalla barca non saluta i bambini1 Veramente Bravo!