lunedì 13 febbraio 2012

...NOTIZIE IN CAVATA...






170 ANNI DI REGATE STORICHE






Comunicato dell'Assessore Panciera
all'Associazione Regatanti





Carissimi,
con la presente per informarvi che è in programma l’allestimento di una mostra sul tema “Regata Storica” che dovrebbe vedere al suo interno anche l’esposizione di materiali appartenenti ai regatanti quali bandiere, maglie, cimeli, medaglie ecc.Allo scopo di rendere la stessa più significativa e coinvolgente per coloro che la visiteranno, siamo a chiedere la Vostra cortese collaborazione per il reperimento di qualsiasi tipo di materiale che risultasse di particolare interesse per la migliore riuscita
della stessa.

Si resta in attesa di cortese positivo riscontro e si porgono cordiali saluti






*************************








TRADIZIONI L’ASSESSORE PANCIERA ANNUNCIA ALCUNE MODIFICHE

REGATE, ADESSO SI CAMBIA


PERCORSI PIÙ VICINI ALLA GENTE E CRONOMETRO NEL CANALE SAN SECONDO


Lunedì, 13e febbraio 2012

Regate lustrate a nuovo. L'assessore al Turismo e Tutela delle Tradizioni, Roberto Panciera, ha intenzione di dare nuovo vigore e sprone alle regate comunali, da anni stantie sia sotto il profilo della conduzione che della partecipazione. Per tale motivo ha avviato un tavolo di esperti, che si è riunito per la prima volta, analizzando qualche possibile novità. Panciera ha invitato l'associazione dei regatanti, il Coordinamento delle remiere, i «re del remo», una rappresentanza dei giudici e Cesare Peris dell'ente Gondola. Ecco le innovazioni prese in considerazione. Innanzitutto lo studio dei percorsi di gara, spesso troppo lontani dalle rive, con ciò a danno della partecipazione del pubblico, che vede i propri beneamini solo alla «cavata» e all'arrivo. Poi la possibilità di un'anticipazione della stagione remiera con una gara a cronometro lungo il canale di San Secondo, determinando i primi punteggi utili a comporre le batterie di selezione. Ancora: l'inserimento di una regata a la valesana, ovvero mascarete remate da un vogatore con due remi, un'andar per laguna tradizionale, sempre più in crescita presso le associazioni remiere. Infine, lo stesso assessore ha raccomandato una particolare attenzione ai giovani dai 18 ai 25 anni, non più facenti parte delle categorie Giovani e Giovanissimi per raggiunto limite d'età, ma ancora non del tutto maturi per competere con i campioni.
Dopo la quiescenza di Ferruccio Kleut, sul fronte del riordino dell'ufficio comunale regate Panciera ha chiamato Fulvio Pelagatta a sostenere il ruolo di capo ufficio e di direttore del cantiere comunale. Un ritorno gradito ai regatanti, perché l'esperto funzionario aveva già ricoperto lo stesso incarico in passato, guadagnandosi la loro stima. Intanto, tra «vecchietti» ci si intende: è notizia che Franco Dei Rossi «Strigheta» (57 anni) vogherà nella prossima stagione con Davide Prevedello, di poco più giovane, attore da due decenni nella scena della voga.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

LA cosa è alquanto interessante e positiva. Ma come al solito ci si dimentica che esiste da almeno 3 4 anni un bacino di DONNE RAGAZZE CON TANTO DI REGATE MACIAREE E CIRCUITO A PARTE DI ESORDIENTI..... Le donne sono sempre dimenticate...
Sper che se andranno in porto determinate decisioni che si prenda in considerazione anche questa categoria come al solito sottovalutata e dimenticata...
VV

A modo mio ha detto...

Come sottolinea l'anonimo qui sopra, sarebbe opportuno pensare ad una serie promozionale anche per le donne; cioè un po' come la cosidetta "serie B" per gli uomini. Certo che le idee proposte (ed eventualmente anche altre) dovranno ad ogni modo sottostare alla disponibilità di bilancio, immagino.
Ammettendo che tutto questo sia comunque possibile, dal mio punto di vista, trovo particolarmente interessante il proposito di inserire una regata alla valesana. Sarà FORSE l'occasione per veder vogare in questo modo anche molti noti regatanti di primo livello. Ricordo infatti che a parte Maurizio Rossi "Sustin" e pochi altri, il settore della valesana è attualmente alimentato da regatanti di serie B e molti amatori. Con questo non voglio sminuire il valore atletico dei vari praticanti ma con la presenza di molti vogatori ad alto livello, sarebbero indubbiamente regate ad elevato indice agonistico/atletico.