sabato 15 ottobre 2011

STAGIONE REMIERA 2011: INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI COMUNALI SCARPA, COSTALONGA E GIUSTO



!!! A T T E N Z I O N E !!!





CONSIGLIO COMUNALE



GRUPPI CONSILIARI




Venezia, 12 Ottobre 2011




Al Sindaco di Venezia Prof. Giorgio Orsoni
All’Assessore al Turismo e Tradizioni Roberto Panciera
Al Presidente del Consiglio Comunale Roberto Turetta
Ai Capogruppo Consiliari




Oggetto: Stagione Remiera 2011.


La Stagione Remiera 2011 si è conclusa con lo svolgimento della Regata di Burano, ultima gara in calendario 2011. E’ possibile, ora, svolgere la doverosa analisi, sugli effetti di quel rinnovamento tecnico-organizzativo dichiaratamente indirizzato al rilancio della Voga Veneta e del mondo delle Regate Veneziane attuato dall’Amministrazione Comunale all’inizio di questa stessa stagione. Rinnovamento che aveva soprattutto l’obiettivo di eliminare le forti polemiche esistenti e divampate ulteriormente dopo la regata storica 2010.

In premessa va sottolineato che i ruoli cardine degli organi previsti dal nuovo regolamento sono stati ricoperti da persone che facevano parte della commissione che ha ideato il regolamento stesso. In sostanza chi ha ideato il regolamento è stato poi chiamato ad applicarlo. Questo aspetto che, di norma, non ricorre negli ordinamenti democratici occidentali (ruolo legislativo, ruolo gestionale e ruolo giudicante vengono tenuti adeguatamente separati tra loro), diviene utile in questo caso perché consente di garantire che quanto applicato corrisponda alla vera essenza delle regole così come erano state pensate e scritte (Le regole sono state interpretate e applicate da chi le aveva pensate).

Considerazione di segno opposto, deve essere svolta per quanto attiene alla nomina della CommissioneTecnico Disciplinare. Il regolamento prevede che, preferibilmente, si proceda alla nomina di un Re del Remo da parte del Comune in seno alla Commissione, ma ciò non è avvenuto. (L’unico Re del Remo presente negli organismi è stato nominato dagli Arbitri come loro rappresentante.) E’, quindi, doveroso sottolineare che a seguito di questa mancata nomina è sicuramente venuto a mancare un contributo di alta esperienza che sarebbe stato utilissimo nel dispiegarsi dell’attività della Commissione.

Per quanto attiene lo svolgimento della Stagione Remiera 2011 si sono riscontrati i seguenti accadimenti...LEGGI TUTTO...VAI...!!!




I Consiglieri Comunali

Renzo Scarpa (G. Misto) - Sebastiano Costalonga (PDL) - Giovanni Giusto (Liga Veneta)





3 commenti:

Ben pensante... ha detto...

Certo che per Giusto, ogni occasione è quella giusta! Ovviamente per infiltrarsi anche nel settore delle regate comunali... Non gli bastano i malanni fatti col coordinamento (vedi olimpica)? Sono sicuro che la maggior parte dei regatanti lo vuole ben distante dalle regate comunali! Attendo smentite(se ci saranno)...

A modo mio ha detto...

Direi che nonostante non condivida le posizioni politiche e altri aspetti pubblici di qualcuno (uno o più...chissà!) dei politici locali che hanno presentato questa interpellanza, non c'è da stupirsi se i problemi della voga stanno anche dietro a chi voga.
In fondo l'episodio della regata di Burano che ha fatto esplodere la polemica e ha chiuso indegnamente questa stagione, potrebbe essere charito senza polemiche, senza ricorsi, dai diretti protagonisti con ammissioni di responsabilità oggettiva, senza ricorrere a commissioni particolari, senza andar a complicare le cose in un contesto già troppo segnato da polemiche inutili e pretestuose.
Evidentemente non c'è differenza fra chi voga, chi giudica, chi organizza, chi fa opposizione, sono tutti nella stessa...barca. Solo che in questo modo la "barca" sta puntando dritta contro una scogliera!
Sarebbe il momento che qualcuno decida qualcosa di risolutivo in modo definitivo.
Dal mio punto di vista la linea teorica intrapresa l'anno scorso non è negativa. Ma va applicata alla lettera da parte di tutti i soggetti implicati, soprattutto con assoluta onestà che però mi sembra molto latitante in questo ambiente.
Se questo 2011 poteva essere considerato un anno "sperimentale" sarà necessario trovare le dovute correzioni, altrimenti anche il 2012 rischierà di essere considerato un altro anno di transizione.

Luca ha detto...

Era ora,finalmente qualche politico si è accorto che nelle regate si fa politica! Sono anni che predico questa cosa! Non è mai troppo tardi!